Iscriviti

Bimba di 2 anni muore di caldo in auto: la baby sitter l’aveva dimenticata per ore

Doveva portare la bimba di due anni all'asilo, invece la lascia per sette ore chiusa in macchina sotto il sole cocente: cos'è successo esattamente in Florida.

Esteri
Pubblicato il 18 luglio 2021, alle ore 17:56

Mi piace
1
0
Bimba di 2 anni muore di caldo in auto: la baby sitter l’aveva dimenticata per ore

Lascia una bimba di due anni per più di sette ore in auto: arrestata una donna della Florida. Lei si chiama Juana Perez-Domingo ed ha 43 anni. La donna ha tentato di giustificare il folle gesto dicendo di aver ‘dimenticato’ la piccola sul seggiolino situato nel sedile posteriore della sua autovettura. 

La ‘dimenticanza’ però non ha convinto del tutto gli uomini delle forze dell’ordine. Nel racconto della donna c’è qualcosa di poco chiaro. Gli uomini della polizia locale hanno accertato l’identità della piccola. Quest’ultima si chiama infatti Joselyn Maritza Mendez. Dalle ricotruzioni fatte sembra che Juana avesse l’incombenza di portare la bambina all’asilo. 

Un compito per il quale era stata pagata. Stando a quanto riferito dalla donna alle autorità locali, l’asilo era ancora chiuso, così ha scelto di portarla a casa prima di ritornare all’asilo. Una volta arrivata nella sua abitazione, la donna però avrebbe dimenticato la piccola sul sedile posteriore con tanto di cintura allacciata. 

La piccola è stata quindi chiusa all’interno dell’auto con i finestrini alzati per sette ore. Le alte temperature che ci sono in Florida in questo periodo hanno fatto diventare l’abitacolo della vettura a dir poco torrido. Juana è ritornata in auto alle 15 circa. La donna ha trovato la piccola morta. Ma invece di chiamare i soccorsi, ha chiamato la madre della bambina. 

Un altro comportamento a dir poco anomalo che si aggiunge a tutto il resto. La donna è stata traferita in carcere e ora per lei è stata disposta una cauzione di 50mila dollari per uscire in attesa del processo. La vicenda accaduta in Florida riporta alla mente i tanti – troppi – casi che sono accaduti anche in Italia, di genitori che hanno ‘dimenticato’ i figli nelle proprie auto. 

La morte della piccola Joselyn è l’occasione per allertare ancora di più tutti coloro che hanno affidato o gestiscono dei bambini ad avere la massima prudenza. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Queste sono notizie che non riesco proprio ad accettare. Capisco che la mente umana alle volte vada in tilt, magari per il troppo stress, ma davvero la madre della piccola non aveva ravvisato dei segni di stranezza nella baby sitter? Ma poi questa signora dove abitava in una zona isolata? Possibile che nessuno abbia visto la piccola in auto?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!