Iscriviti

Barcellona, boom di aggressioni e scippi: i turisti obiettivo dei ladri

Comincia a crearsi preoccupazione nel capoluogo catalano in quanto sono in aumento gli scippi e le aggressioni che prendono di mira soprattutto i turisti.

Esteri
Pubblicato il 24 agosto 2019, alle ore 19:34

Mi piace
2
0
Barcellona, boom di aggressioni e scippi: i turisti obiettivo dei ladri

A Barcellona si continuano a verificare delle problematiche che mettono in cattiva luce la città. Il motivo è legato al fatto che c’è la presenza di molti turisti nel capoluogo catalano che devono fare i conti con la presenza di molte aggressioni e scippi. I ladri hanno come obiettivo principale i turisti che, ogni anno, arrivano aumentando di numero.

In passato si aggiravano intorno a 1,7 milioni all’anno, ma parliamo degli anni novanta e, adesso, sono diventati nove milioni, se si considerano solamente le persone che pernottano in albergo. Non si possono dimenticare altre categorie, come le persone che fanno le crociere e altri turisti che alloggiano in appartamenti privati.

L’iniziativa presa da molti cittadini

La situazione sta destando una certa preoccupazione, per il fatto che notizie del genere possono svalutare l’importanza di Barcellona. Mercoledì 21 agosto, c’è stata una posizione importante presa dal consolato degli Stati Uniti della seconda città spagnola che ha voluto dare un avviso ai visitatori americani riguardo all’aumento evidente dei delitti violenti nel corso di questa estate.

Il consolato ha voluto consigliare di non indossare beni di valore, come gioielli e orologi, nel momento in cui si apprestano a visitare la metropoli di Antoni Gaudì. Lo stesso discorso vale per i turisti che passeggiano sulla rambla oppure mangiano una paella. Molti cittadini hanno preso un’iniziativa per porre fine a questa situazione, e si sono organizzati in ronde con l’intento di tenere al sicuro i turisti.

Altri fatti di cronaca sono avvenuti nella città di Maiorca, dove degli estremisti catalani hanno sfregiato le auto prese a noleggio dai visitatori, accusati di intossicare le Baleari. Questi elementi creano dei problemi a Barcellona, divenuta una delle mete più ambite per cultura, arte, cucina e low cost. Infine, l’ambasciatore dell’Afghanistan in Spagna ha ricevuto un’aggressione, e gli è stato rubato un orologio, senza dimenticare la famiglia reale del Qatar, alla quale hanno rubato beni pari a 100 mila euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - Bisogna porre fine alle aggressioni e ai furti che finiscono per danneggiare una delle mete più ambite a livello internazionale come Barcellona. Deve essere garantita maggiore sicurezza dopo un numero così elevato di rapine che colpiscono in particolar modo i turisti, visto che questo elemento potrebbe danneggiare il capoluogo catalano, mettendo in cattiva luce posti bellissimi come la Rambla.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!