Iscriviti

Bambina porta a scuola il gel lubrificante della madre: lo aveva scambiato per quello igienizzante

Una donna scozzese ha scoperto che la figlia aveva portato a scuola il suo lubrificante intimo anziché il gel igienizzante per le mani. "L'ho trovato divertente, ma anche mortificante allo stesso tempo."

Esteri
Pubblicato il 22 ottobre 2020, alle ore 00:31

Mi piace
5
0
Bambina porta a scuola il gel lubrificante della madre: lo aveva scambiato per quello igienizzante

Una bambina scozzese di cinque anni ha portato a scuola per giorni il gel lubrificante intimo della madre anziché il gel igienizzante per mani. La scoperta è avvenuta quando Louise Hosie, la madre della piccola Summer, ha svuotato le tasche della giacca che la figlia indossa a scuola per metterla in lavatrice ed ha trovato il lubrificante intimo.

La marca del lubrificante, stampata sulla bottiglietta del prodotto, è Ann Summers; la bambina deve aver riconosciuto il suo nome scritto ed aver pensato che fosse per lei.

La 36enne Louise ammette di aver trovato la situazione divertente, anche se mortificante allo stesso tempo. Il lubrificante è stato vinto dalla 36enne tramite un “Ann Summers balloon pop”. Si pagano 20 sterline per un palloncino che viene esploso e contiene prodotti Ann Summers, marchio britannico che vende sex toys e lubrificanti di vario tipo. “Il mio baloon conteneva il lubrificante e del profumo“, ha spiegato Louise.

La piccola Summer ha trovato la boccetta in casa e, con l’intenzione di seguire le regole imposte per il Covid-19 al fine di non contrarre il virus, ha deciso di portare a scuola il prodotto. “All’inizio ero mortificata all’idea che le maestre l’abbiano visto. Ma immagino che se se ne fossero accorte, glielo avrebbero sequestrato“, dice la madre. “Le ho chiesto perché lo avesse lei, dicendole che era della mamma. Mi ha risposto che si voleva sanificare le mani per non prendere germi.

Louise ha chiesto alla figlia se avesse utilizzato il prodotto anche sulle mani dei compagni di classe, e la piccola Summer ha risposto di sì. “Ha detto che le piaceva perché provava una sensazione di morbido e caldo, ho controllato ed il lubrificante che ho vinto si chiama Heat Wave ed è anche riscaldante, da una sensazione di calore e di formicolio“, ha spiegato la donna divertita alla rivista The Sun. Louise ha intenzione di ricordare alla figlia quando sarà più grande il divertente aneddoto: “Quando avrà 18 anni sarà una storia divertente da raccontare.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Effettivamente è una storia abbastanza divertente che sarà carina da raccontare da adulti. Speriamo che la madre impari un po' meglio a tenere questo tipo di oggetti fuori dalla portata della figlia in casa: la storia avrebbe potuto essere molto più mortificante se fossero state le maestre ad accorgersene ed a chiamare i genitori.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

22 ottobre 2020 - 00:39:59

E meno male che la bambina ha preso solo quello.

0
Rispondi