Iscriviti

Austria, medico amputa la gamba sbagliata: multa da 2700 euro

Un medico ha amputato una gamba sbagliata, ammettendo di aver commesso un errore ma ha negato di essere stato negligente. E' stato condannato a 2700euro di multa.

Esteri
Pubblicato il 3 dicembre 2021, alle ore 14:10

Mi piace
0
0
Austria, medico amputa la gamba sbagliata: multa da 2700 euro

Una storia incredibile arriva dall’Austria: un medico sbaglia ad amputare la gamba del paziente ma se ne accorge solo due giorni dopo. Un medico chirurgo austriaco è stato condannato a una multa di 2700 euro da un tribunale locale per un terribile errore risalente a maggio scorso.

Il medico 43enne, mentre era tutto pronto per la delicata operazione chirurgica di amputazione della gamba che lui stesso avrebbe dovuto eseguire ad un paziente affetto da una grave patologia, ha confuso i documenti, senza che nessuno se ne accorgesse. Cosi’ facendo, ha amputato la gamba sbagliata (anzichè quella sinistra, la destra) al povero paziente che si era rivolto a una clinica medica di Freistadt, in Alta Austria, vicino al confine con la Repubblica Ceca.

L’accaduto

L’errore è stato scoperto solo 2 giorni dopo l‘operazione che sembrava essere riuscita perfettamente. Al momento di cambiare il bendaggio programmato, si è scoperto che al paziente mancava la gamba destra, cosi’ il malcapitato è stato sottoposto ad un nuovo intervento per la rimozione dell’arto esatto ed è rimasto senza arti inferiori.

Il tribunale regionale di Lins ha multato con 2700 euro il chirurgo 43enne per lesioni personali a causa di grave negligenza. Per il tribunale, il medico non ha effettuato una adeguata analisi della cartella clinica e della documentazione prima del’intervento per la prevista amputazione della coscia sinistra e ha cosi amputato la gamba destra senza nessuna esigenza medica.

Il tribunale non ha fatto valere la linea difensiva dell’errore, sottolineando che per un intervento di tale importanza serviva il doppio e il triplo controllo. Nel procedimento il medico ha semplicemente ammesso di aver commesso un errore ma ha negato di essere stato negligente e si prepara a fare appello contro la sentenza. L’anziano paziente di 82 anni non è riuscito a vedere la sentenza perchè è morto prima dell’udienza a causa dei gravi problemi di salute cui era affett, ed il tribunale ha riconosciuto alla vedova altri 5000 euro di risarcimento ma nel frattempo anche lei è deceduta. .Il medico, dopo le accuse, ha lasciato la clinica e lavora in un altro ospedale.

Le scuse della clinica 

La clinica, all’epoca dei fatti, ha rilasciato una dichiarazione sull’accaduto al The Guardian:Siamo profondamente sconvolti da quanto accaduto il 18 maggio, nonostante gli alti standard qualitativi della nostra clinica, la gamba sbagliata di un paziente è stata amputata”. Durante una conferenza stampa, il direttore medico della clinica ha aggiunto: “Dobbiamo capire come questo errore si sia potuto verificare. Vorrei scusarmi pubblicamente”. Al paziente era stato offerto un aiuto psicologico in attesa di sottoporsi all’intervento di amputazione della gamba giusta.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una storia davvero raccapricciante quella accaduta a questo povero paziente 82enne, già provato dalle gravi patologie che lo affliggevano. Non riesco a capire come mai un tribunale abbia potuto liquidare con una multa così irrisoria un "errore" che è costato l'amputazione di entrambi gli arti inferiori al paziente. La massima vicinanza ai familiari della vittima.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!