Iscriviti

Australia: padre colpisce a calci la figlia di 18 mesi. "Aveva toccato il telecomando"

Un'aggressione brutale ripresa dal baby monitor che la mamma della bambina aveva nel soggiorno della loro casa. L'uomo adesso è in carcere in attesa di processo.

Esteri
Pubblicato il 24 febbraio 2018, alle ore 19:21

Mi piace
5
0
Australia: padre colpisce a calci la figlia di 18 mesi. "Aveva toccato il telecomando"

Un uomo di ventotto anni, in Australia, è in carcere in attesa di processo. Il soggetto è accusato di avere picchiato brutalmente la sua bambina di 18 mesi. La piccola, sarebbe stata presa a calci dal padre mentre si trovavano nella loro casa ad ovest di Sidney.

Un’aggressione brutale quella messa in atto da quest’uomo padre di quattro bambini, che ad inizio febbraio ha preso a calci la sua bambina, solo perché aveva toccato il telecomando. Il tutto è stato ripreso da un baby monitor, messo in soggiorno dalla mamma della bambina. A quanto pare, la donna, aveva sospetti che il compagno la tradisse, quindi aveva installato dei baby monitor, per spiarlo, ma ciò che le immagini hanno ripreso è allucinante.

La donna, quando ha visionato le immagini registrate dalla telecamera nascosta, non ha trovato il marito con un’altra donna, ma si è ritrovata davanti ad una verità sconvolgente. L’uomo, stando alle immagini, avrebbe preso a calci la bambina e, poi, l’ha gettata via urlando dopo averla presa in braccio. Al momento dell’aggressione, l’uomo si trovava in casa da solo con i tre fratelli della piccola. Stando a quanto riportato dalla polizia locale, la furia dell’uomo si sarebbe scatenata perché la figlia avrebbe toccato il telecomando della televisione.

Lo zio della piccola bambina ha commentato l’episodio ad una tv locale: “È disgustoso. Non so come ha fatto. Non so cosa gli passasse per la testa“, e poi continua: “Non è umano, è tua figlia. Non potresti nemmeno farlo a un animale“. Le immagini del video non sono state diffuse in quanto brutali e strazianti, e per proteggere l’identità delle persone.

Dopo l’attacco “brutale”, la bambina è stata ricoverata in ospedale e le condizioni sarebbero stabili. Il padre della bambina è stato arrestato e si troverebbe in carcere in attesa del processo che deciderà le sue sorti, dopo avere compiuto un atto osceno e, in più, per una motivazione banale. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Di fronte a queste notizie credo che l'umanità si stia spegnendo. È assurdo che un padre picchi brutalmente una figlia così piccola per una motivazione anche così banale. Fa piacere leggere che almeno in Australia sia già in galera e che presto verrà anche processato, si spera con una giusta pena.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!