Iscriviti

Arkansas, cameriera riceve 3,8 mila euro di mancia ma non vuole dividerla coi colleghi: licenziata

Ryan Brandt, cameriera dell’Arkansas, è stata licenziata dopo aver rifiutato di dividere con i propri colleghi una mancia di 4.400 dollari per aver violato la politica di condivisione delle mance del ristorante in cui lavora.

Esteri
Pubblicato il 14 dicembre 2021, alle ore 17:17

Mi piace
0
0
Arkansas, cameriera riceve 3,8 mila euro di mancia ma non vuole dividerla coi colleghi: licenziata

Può una mancia cospicua costare a un cameriere il posto di lavoro? Si. È quanto accaduto in Arkansas a una cameriera americana, che è stata licenziata dopo essersi rifiutata di dividere coi propri colleghi la mancia di $4.400 (oltre 3,8mila euro) ricevuta.

Grant Wise, che possiede una società immobiliare locale, ha organizzato un evento di beneficenza, il “$100 Dinner Club”, presso l’Oven and Tap a Bentonville, nello Stato dell’Arkansas. In quell’occasione è stata servita da due cameriere. Tra loro c’era Ryan Brandt, che appare anche nel video in cui l’imprenditore annuncia la donazione elargita dal gruppo di dirigenti immobiliari con l’intento simbolico di voler sostenere la categoria di lavoratori duramente colpita dalla pandemia.

L’accaduto

La cameriera Ryan Brandt, del Oven & Tap di Bentonville, in Arkansas durante un servizio che sembrava normale, ha ricevuto da 44 dirigenti immobiliari 4mila e 400 dollari di mancia, da dividere con l’altra collega che ha servito quel tavolo. Il generoso gesto è stato annunciato su Instagram da Grant Wise, presidente della società immobiliare Witly. “Tutti a questo tavolo hanno contribuito con 100 dollari per te e per l’altra cameriera. Quindi ti diamo una mancia di 4.400 dollari da dividere con l’altra ragazza che si è presa cura di noi”. I gestori del ristorante hanno però sottolineato che quel denaro sarebbe stato diviso con tutti i suoi colleghi. A quel punto la Brandt ha fatto sapere di non aver “mai diviso una mancia nei tre anni e mezzo in cui ha lavorato lì“.

Mi è stato detto che avrei dovuto dare i miei soldi al mio capoturno e che avrei portato a casa il 20 %”, ha detto la cameriera a FOX 59.Così è stato direttamente Wise a riprendersi i soldi, lamentandosi coi titolari, per poi darli alla donna fuori dall’edificio. Da lì il licenziamento e una vicenda che rischia di mandare la donna sull’orlo del baratro a causa di una situazione debitoria forte, dovuta a prestiti studenteschi. Il 7 dicembre, Wise ha scoperto che la Brandt era stata licenziata , dicendo: “Sono così rattristato nell’apprendere che quella ragazza a cui abbiamo dato la mancia l’altra sera al nostro $100 Dinner Club è stata licenziata“, ha scritto su Facebook. ‘Non capisco davvero perché questo dovrebbe accadere a quella che sembrava una donna così dolce e di buon cuore” ha aggiunto.

I titolari del ristorante Oven & Tap hanno dichiarato: “La nostra politica è sempre stata quella di partecipare a un pool di mance da condividere con il personale. La condivisione delle mance è una pratica comune nel settore della ristorazione che seguiamo per garantire che tutti i membri del nostro team siano adeguatamente compensati per il loro duro lavoro”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Credo che la cameriera non abbia fatto bene a tenersi la mancia perché quando si lavora, bisogna osservare la politica del proprio datore. Se nel ristorante le mance vanno condivise con i colleghi, non ci si può appropriare per intero dell'importo ricevuto. E' una questione di buon senso e solidarietà verso i colleghi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!