Iscriviti

Arizona, agente di polizia adotta minore abusata: ora sono una famiglia felice

Un agente di polizia ha adottato Kaila, una bambina di soli 4 anni, vittima di abusi. Una dolcissima storia a lieto fine, in cui le violenze sono solo un ricordo.

Esteri
Pubblicato il 6 dicembre 2020, alle ore 13:40

Mi piace
0
0
Arizona, agente di polizia adotta minore abusata: ora sono una famiglia felice

L’estate scorsa, Brian Zach, tenente del dipartimento di polizia di Kingman, in Arizona, non ha potuto fare a meno di adottare una bambina di 4 anni, Kaila.Nel 2018, mentre l’uomo lavorava come sergente di pattuglia, ricevette una chiamata per effettuare, assieme ai suoi compagni di squadra, un sopralluogo presso l’abitazione in cui risiedeva la minore, che da tempo subiva abusi fisici dai suoi custodi.

Brian le si è seduto accanto, colorando con la piccola, facendoci uno spuntino insieme, mentre Kaila gli teneva la mano, teneramente, per tutto il tempo. In seguito sono arrivati i detective che l’hanno presa in braccio e portata in ospedale. Ma Brian, tornato a casa, dalla moglie Cierra e dai suoi due figli, non ha mai smesso di pensare alla piccola, vittima di abusi, decidendo di prenderla in custodia. Gli Zach l’hanno così ospitata in casa, facendo di tutto per adottarla.

Dopo 30 mesi di custodia affidataria, l’adozione

La piccola, dopo 30 mesi di custodia affidataria, è stata adottata da Brian, per volere della contea di Mohave, a Lake Havasu City. Zach, finalmente, ha potuto tirare un sospiro di sollievo, raccontando di aver vissuto ogni settimana senza sapere se sarebbe tornata dai genitori biologici o per quanto avrebbero potuto tenerla. 

Il suo obiettivo e quello della sua famiglia è stato, sin dal primo giorno, quello di amare la piccola e prendersi cura di lei. E così è accaduto. Kaila ora ha 5 anni, ama la scuola materna, gli animali, la danza e finge di andare in vacanza nella scatola di cartone ma soprattutto ha imparato a chiamare Brian e Cierra papà e mamma.

Tutto è bene quel che finisce bene, specialmente quando si tratta di minori, vittime di abusi, che hanno così una nuova possibilità di vivere, circondati dall’affetto sincero di chi li ama sopra ogni cosa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Per Kaila, la piccola abusata dai suoi custodi, è tempo di tornare a sorridere. Finalmente ha una nuova famiglia, composta dall'agente Brian Zach, da sua moglie e da 2 fratelli. Una storia toccante, con un bellissimo finale, dato che gli abusi sono ormai un lontano ricordo per la bambina che ora è tornata a sorridere. Auguri Kaila!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!