Iscriviti

Antisemitismo, ebrei al centro di una teoria del complotto nella Ue: accusati di aver diffuso Covid-19

L'allarme è lanciato dall'Agenzia europea dei diritti fondamentali (Fra) che sottolinea di come al momento non ci sia una banca dati che sia in grado di dare una fotografia aggiornata del problema. Numero alto di casi in Germania, Italia quarta.

Esteri
Pubblicato il 10 novembre 2021, alle ore 09:44

Mi piace
0
0
Antisemitismo, ebrei al centro di una teoria del complotto nella Ue: accusati di aver diffuso Covid-19

La pandemia di Covid-19 continua a colpire il mondo intero. Nonostante l’emergenza sanitaria e le migliaia di morti a causa del virus che ci sono stati in questi ultimi due anni, c’è ancora chi sottostima il problema e chi addirittura crea delle pericolose teorie del complotto. Una su tutte, quella che vuole che il virus sia stato fatto uscire apposta dal laboratorio di Wuhan per poter creare una sorta di dittatura mondiale, o “Nuovo Ordine Mondiale” per i complottisti. Di teorie del complotto ce ne sono a iosa, non ultima, e grave, quella che indica gli ebrei come responsabili della diffusione del Sars-CoV-2.

Secondo l‘Agenzia europea dei diritti fondamentali, la Fra, il fenomeno dell’antisemitismo è molto diffuso in Europa, e al momento non c’è una banca dati che possa fotografare realmente l’attuale situazione nel “Vecchio Continente”. In questi anni l’antisemitismo è cresciuto. La Fra ha effettuato alcuni sondaggi, dai quali si evince che il numero di attacchi contro gli ebrei sia fortemente sottostimato. La Germania sembra essere prima in questa “classifica” con 2.351 casi accertati

Episodi spesso non vengono denunciati

Le cifre che emergono dalla Germania non vogliono comunque dire che quel Paese è più colpito dal fenomeno di altri. L’Italia si situa al quarto posto in Europa per attacchi antisemiti, i quali nel periodo 2010-2020 ammontano a 101. Nel nostro Paese a rilevare gli episodi di discriminazione contro gli ebrei sono stati la Polizia di Stato e l’Arma dei carabinieri, i cui dati sono stati pubblicati dall’Oscad. 

Per la Fra il problema rimane in tutta Europa, anche se spesso la maggior parte degli episodi di antisemitismo non viene denunciata. Vittime e testimoni dovrebbero quindi essere incoraggiati a denunciare quanto accade. Anche i politici dei vari Stati Membri dovrebbero mettere a punto strategie volte al contenimento del fenomeno.

Quello delle teorie del complotto nate durante la pandemia è un fenomeno che viene contrastato ogni giorno anche sui social network, dove queste spesso si diffondono. E tali teorie non riguardano soltanto il virus, ma anche i vaccini e non ultimo il Green Pass Covid: chi crede a tali argomentazioni parla di “dittatura sanitaria” e “violazione della Costituzione”

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quello delle teorie del complotto è un problema che sta prendendo sempre più piede anche durante la pandemia di Covid-19. Adesso c'è chi si è spinto oltre, arrivando ad accusare gli ebrei di aver diffuso il virus. Si tratta di teorie molto pericolose che, oltre a non avere fondamento, rischiano di confondere le persone male informate, che credono quindi a tali stupidaggini.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!