Iscriviti

Alpthal, il paese con 600 abitanti e nessun vaccinato: i ribelli del covid-19

Ad Alpthal, dove risiedono circa 600 abitanti, tutti i residenti resistono alla vaccinazione contro il Covid-19. Le autorità politiche e sanitarie della Svizzera affrontano un fenomeno generalizzato in gran parte d'Europa.

Esteri
Pubblicato il 25 novembre 2021, alle ore 12:00

Mi piace
0
0
Alpthal, il paese con 600 abitanti e nessun vaccinato: i ribelli del covid-19

La resistenza alla vaccinazione contro il Covid-19 è un fenomeno ormai diffuso in tutto il mondo, e la Svizzera non ne è esente, anzi qui c’è un paese in cui il 100% dei residenti non è vaccinato. Stiamo parlando di Alpthal, un comune del Canton Svitto con poco più di 600 abitanti, noto per essere una tappa del Cammino di Santiago di Compostela e per la spettacolare vista sulle Alpi.

In questo paese alpino nessun abitante vuole farsi vaccinare contro il covid-19 e per questo sono stati soprannominati “i ribelli del coronavirus“. Tuttavia, non si tratta di un’opposizione battagliera, bensì di puro disinteresse per la vaccinazione che non genera conflitti: le persone semplicemente non si recano negli hub vaccinali, nonostante abbiano ricevuto la raccomandazione da parte degli operatori sanitari.

I medici che seguono i pazienti a rischio e gli anziani assicurano di aver consigliato loro di sottoporsi alla vaccinazione, ma il consiglio è stato vano. Il motivo è che l’intera città diffida del vaccino, a tal punto che per convincerli all’inoculazione è stato fatto arrivare l’autobus trasformato in centro di vaccinazione su ruote.

Ma anche questo provvedimento non è servito a nulla: giunto ad Alpthal, l’autobus ha trovato il sindaco Adelbert Inderbitzin, che ha parlato a nome della gente del posto: “Tornate da dove siete venuti. Qui non abbiamo bisogno di vaccini”, queste le sue parole.

Un lavoratore locale ha affermato che è solo uno spreco di soldi perché la gente ha già “messo in chiaro” di non volersi vaccinare. Chi dovesse cambiare idea e dovesse decidere di farsi vaccinare dovrà farlo nella vicina città di Einsiedeln. “L’autobus delle vaccinazioni si fermava nella nostra città e aspettava per ore senza che nessuno arrivasse”, ha detto il funzionario, aggiungendo che “ho risparmiato loro il tempo di attesa perché sapevo che non sarebbe venuto nessuno“.

Questa resistenza alla vaccinazione contro il coronavirus è stata osservata in gran parte della Svizzera, dove solo il 65% degli svizzeri risulta essere completamente vaccinato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Piras

Rita Piras - Situazione complicata per le autorità politiche e sanitarie della Svizzera, visto il singolare caso del comune di Alpthal. In questo paesino di montagna nessuno dei suoi abitanti è vaccinato contro il covid-19 e ognuno di essi è orgoglioso di non esserlo. Il caso di Alpthal è unico, ma non è un fenomeno nuovo: anche quando gli svizzeri votarono un vaccino contro la tubercolosi nel XIX secolo, emersero tali tendenze al rifiuto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!