Iscriviti

Albania: bimbo di Pistoia ucciso a 10 anni da un colpo del fucile che lo zio stava pulendo

Lorenzo Jakaj, bimbo di 10 anni di Casalguidi, è morto martedì in Albania, dove era in vacanza con la famiglia. Ad ucciderlo un colpo accidentale partito dal fucile da caccia che lo zio 68enne stava pulendo.

Esteri
Pubblicato il 13 agosto 2022, alle ore 10:38

Mi piace
1
0
Albania: bimbo di Pistoia ucciso a 10 anni da un colpo del fucile che lo zio stava pulendo

Ascolta questo articolo

Tragedia in Albania, dove un bambino di Pistoia di soli 10 anni è morto quando un colpo accidentale è partito dal fucile dello zio, che stava pulendo l’arma da fuoco. Il terribile incidente domestico è avvenuto martedì 9 agosto a Samrisht, nella periferia di Scutari, dove la vittima si trovava in vacanza insieme alla propria famiglia, che è originaria del posto.

A perdere la vita è stato il piccolo Lorenzo Jakaj, che viveva insieme ai genitori ed al fratello maggiore a Casalguidi. Secondo le prime ricostruzioni dei fatti, il bambino è morto in seguito al colpo di fucile partito accidentalmente dall’arma di un parente. Si tratterebbe dello zio di 68 anni, che stava pulendo il suo fucile da caccia, quando qualcosa nella procedura è andato storto ed è partito il colpo fatale.

Lo zio si è ferito gravemente alla mano nell’incidente, mentre il bambino, che lo guardava affascinato dalla procedura di maneggio dell’arma, sarebbe morto sul colpo. Nonostante l’arrivo immediato dell’ambulanza per i primi soccorsi, per Lorenzo infatti non c’è stato più niente da fare, e la sua morte è stata dichiarata sul posto.

Il 68enne è invece stato trasportato in ospedale per curare la ferita riportata dal colpo partito dal fucile. L’uomo è distrutto dall’incidente avvenuto, ed è al momento indagato, mentre gli inquirenti locali stanno ancora cercando di ricostruire l’accaduto per accertare le responsabilità delle quali dovrà rispondere.

La famiglia si è nel frattempo organizzata per riportare in Italia il corpo del piccolo Lorenzo, che dovrebbe essere arrivato a Serravalle Pistoiese venerdì 12 agosto, per iniziare ad organizzare il suo funerale nella città che lo ha visto crescere, dove la comunità è sconvolta per la tragedia avvenuta. Arberia, l’associazione della comunità Albanese nella provincia di Pistoia, ha fatto sapere: “Siamo rimasti sconvolti da questa tragica notizia“, annunciando che si mobiliteranno per aiutare la famiglia della vittima.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Una tragedia allucinante, condoglianze a tutta la famiglia di questo povero bimbo. I bambini non dovrebbero mai essere nei paraggi quando si maneggia un'arma da fuoco, anche se si è esperti e si sta solo pulendo. Purtroppo gli incidenti sono imprevedibili, e come in questo caso, spesso fatali quando si parla di armi di questo tipo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!