Iscriviti

Afghanistan: poliziotta incinta uccisa dai Talebani

Banu Negar, poliziotta di Firozkoh, ammazzata dai talebani perché indossava i jeans. La donna era incinta di 8 mesi ed è stata uccisa in casa sua in presenza dei familiari.

Esteri
Pubblicato il 7 settembre 2021, alle ore 10:25

Mi piace
1
0
Afghanistan: poliziotta incinta uccisa dai Talebani

Un altro episodio di sangue e violenza inaudita  avvenuto in Afghanistan, apre le pagine della cronaca internazionale. Banu Negar, una poliziotta afghana è stata brutalmente uccisa nella sua casa a Firozkoh. La donna è stata uccisa di fronte a parenti e familiari, che hanno denunciato l’accaduto parlando all’emittente televisiva inglese della Bbc. La dinamica dell’omicidio è però difficile da ricostruire perchè in città nessuno parla per timore di ritorsioni e rivendicazioni.

I familiari della vittima hanno fornito delle prove a sostegno di quanto denunciato. Foto che mostrano schizzi di sangue sul muro in un angolo di una stanza  della casa dove la donna è stata assassinata e un cadavere con il volto gravemente sfigurato. In queste ore l’incolumità delle donne afghane è fortemente compromessa.

Nella capitale ed in altre città del Paese si stanno registrato gravi episodi di inaudita violenza contro di loro. Appena lo scorso sabato, i talebani hanno represso una manifestazione a Kabul con gas lacrimogeni e spray al peperoncino impedendo alle manifestanti di marciare fino al palazzo presidenziale. Secondo una delle manifestanti alla protesta, Soraya,  ha dichiarato che diverse donne sono state picchiate con i calci dei fucili ed erano piene di sangue.

Un’altra manifestante, la giornalista Azita Nazimi, ha raccontato invece che quando 25 anni fa, i talebani salirono al potere, le impedirono di andare a scuola ma dopo la loro uscita di scena, riprese a studiare e lavorare diventando una professionista affermata. Le donne come lei non voglio rinunciare ai diritti ed alla libertà acquisita negli anni.

Tutte loro lotteranno per tutelare i propri diritti e quelle delle generazioni future a costo anche della loro stessa vita. L’Afghanistan sta vivendo un momento storico particolarmente delicato dal punto di vista politico, sociale ed economico. Un Paese già fortemente compromesso nel passato e che stenta a riprendersi dopo il ritorno dei talebani.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Una situazione veramente surreale e senza precedenti quella che sta vivendo l'Afghanistan. Le donne devono lottare per i propri diritti perdendo anche la vita in nome di questi. Dopo il ritorno dei talebani non si vedono più donne in giro ma solo uomini. È l'inizio della orrenda ed ingiusta dittatura talebana.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!