Iscriviti

Tredicesima pensione 2019: ecco a chi spetta e quando arriverà

Anche quest’anno sarà erogata la tredicesima mensilità ad opera dell’Inps. L’emolumento spetta sia a coloro che hanno maturato l’assegno di vecchiaia, sia a chi percepisce una pensione anticipata. Vediamo insieme tutti i dettagli al riguardo.

Economia e Finanza
Pubblicato il 12 novembre 2019, alle ore 10:13

Mi piace
1
0
Tredicesima pensione 2019: ecco a chi spetta e quando arriverà

Manca ormai poco più di un mese e mezzo alla fine dell’anno ed in molti aspettano di ricevere la cosiddetta tredicesima mensilità. Si tratta di un momento che per ovvi motivi è molto atteso vista la vicinanza con le festività di natale e capodanno, ma anche perché per tanti rappresenta anche una vera e propria boccata di ossigeno rispetto alle spese che ovviamente incombono a dicembre.

Per entrare nel merito della vicenda, partiamo specificando la data di pagamento della tredicesima mensilità. Rispetto al 2019, quest’ultima verrà erogata il prossimo lunedì 2 dicembre 2019 in favore di tutti coloro che hanno scelto di farsi accreditare l’assegno presso Poste Italiane. Lo stesso giorno l’emolumento sarà accreditato anche in favore di coloro che hanno optato per la ricezione presso un conto bancario.

Questo perché il 2 di dicembre rappresenta la prima data bancabile utile (stante che l’emolumento viene normalmente erogato al primo giorno del mese). D’altra parte, lo stesso giorno verrà accreditato anche l’assegno ordinario di quiescenza, così come previsto dal calendario pubblicato all’inizio del 2019 dalla stessa Inps.

A chi spetta la tredicesima mensilità e come calcolare l’importo dell’erogazione

Chiarita la data di accredito della tredicesima, resta quindi da specificare la platea dei potenziali beneficiari. L’assegno viene erogato in favore di chi ha maturato una pensione di vecchiaia o anticipata. Spetta inoltre anche a chi riceve una pensione di reversibilità, oltre che ai titolari di un assegno sociale.

Infine, rispetto al calcolo dell’importo accreditato dall’Inps, bisogna verificare il numero dei ratei degli assegni già erogati in corso d’anno. Infatti, la tredicesima viene calcolata moltiplicando l’importo della pensione lorda mensile per il numero di mesi di pensionamento. Il risultato ottenuto andrà quindi diviso per dodici. Questo perché il conteggio dipende dai mesi effettivi in cui sono stati pagati ratei pensionistici, oltre che ovviamente dall’importo lordo erogato in precedenza.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - La tredicesima mensilità è molto attesa dai pensionati. Non tutti sanno però che oltre all’erogazione della tredicesima ordinaria l’Inps assegna anche un bonus in caso di redditi bassi. Nella pratica, chi possiede un reddito al di sotto delle 6751,40 euro annue può qualificarsi per un bonus totale o parziale (a seconda della specifica situazione) fino ad ulteriori 154,94 euro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!