Iscriviti

Reddito e la pensione di cittadinanza. Per Di Maio partiranno a febbraio – marzo 2019, ma andranno solo agli italiani

Il leader del M5S svela ulteriori dettagli in merito ai nuovi assegni di welfare ed alla data di avvio, specificando che saranno destinati solo ai cittadini italiani. Ma rispetto alle ultime bozze circolate non tutte le indicazioni coincidono.

Economia e Finanza
Pubblicato il 3 gennaio 2019, alle ore 18:10

Mi piace
3
0
Reddito e la pensione di cittadinanza. Per Di Maio partiranno a febbraio – marzo 2019, ma andranno solo agli italiani

Il reddito e le pensioni di cittadinanza sono tra le misure chiave della nuova legge di bilancio 2019 e tra le proposte su cui il Movimento 5 Stelle ha puntato maggiormente durante la fase elettorale. Non deve quindi stupire che attorno alla questione ci sia un elevato interesse politico, oltre che da parte dei cittadini potenzialmente interessati alla misura.

Resta però il fatto che l’arrivo di nuovi dettagli si accompagni spesso a dubbi o polemiche, mentre per poter avere un quadro davvero definitivo della situazione bisognerà attendere l’apposito decreto in arrivo entro la metà di gennaio. Intanto, le ultime dichiarazioni rilasciate dal Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, fanno emergere alcune diverse prospettive sul possibile funzionamento dello strumento di welfare.

Il reddito di cittadinanza ai cittadini italiani

Le ultime dichiarazioni del Vice Premier Di Maio tornano a chiarire alcuni aspetti riguardanti il reddito e le pensioni di cittadinanza, ricordando che vi sarà anche l’innalzamento delle minime e degli assegni d’invalidità a 780 euro al mese. Le istruzioni operative arriveranno assieme al decreto della quota 100, di cui si occuperà il Governo nei prossimi giorni.

In merito alla platea dei potenziali aderenti, il Ministro del Lavoro ha ribadito che “la legge, come abbiamo sempre detto, riguarda il reddito di cittadinanza per tutti coloro che sono cittadini italiani”. Una presa di posizione che sembra però contraria rispetto alle ultime bozze emerse sul provvedimento, che estenderebbero il sostegno di welfare anche agli extracomunitari con permesso di soggiorno e residenza in Italia da almeno 5 anni.

In merito invece all’avvio del reddito e delle pensioni di cittadinanza, per il Ministro Di Maio partiranno tra febbraio e marzo 2019. Una data che però sembra anche in questo caso non coincidere con le ultime bozze circolate, tanto che diverse agenzie di stampa hanno indicato negli scorsi giorni la scadenza di aprile 2019 (con percezione dell’assegno dal mese successivo).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Il reddito e le pensioni di cittadinanza restano al centro del dibattito pubblico, essendo due misure molto attese dai cittadini. I principali dubbi sui provvedimenti riguardano al momento la data di partenza ed i requisiti di percezione, ma il primo passaggio pratico da superare riguarda l’arrivo del decreto contenente le informazioni attuative della legge. Solo successivamente sarà possibile avere un quadro chiaro della situazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!