Iscriviti

Reddito di cittadinanza e pagamenti di agosto 2021: cambiano le regole, ma per molti sono previsti aumenti

Cambia il reddito di cittadinanza, con novità importanti sia nelle modalità di pagamento che nei limiti di prelievo. Ma a cambiare saranno anche gli importi. Le novità da conoscere e il calendario dei pagamenti da tenere presente.

Economia e Finanza
Pubblicato il 2 agosto 2021, alle ore 18:42

Mi piace
1
0
Reddito di cittadinanza e pagamenti di agosto 2021: cambiano le regole, ma per molti sono previsti aumenti

Il reddito di cittadinanza si rinnova nel mese di agosto 2021, con importanti cambiamenti che riguardano sia la gestione dei pagamenti, sia le modalità di erogazione degli importi. Tra le novità più importanti, la possibilità di suddividere l’importo spettante tra i diversi componenti del nucleo familiare.

Un’opzione che diventa disponibile su richiesta grazie al decreto dello scorso 30 aprile (l’articolo di riferimento è il numero 2). Allo stesso tempo, ad agosto cambiano anche i limiti di prelievo delle diverse carte. Facciamo quindi ordine cercando di riepilogare quali sono tutte le novità in arrivo sull’assegno di welfare.

Reddito di cittadinanza: i cambiamenti in arrivo ad agosto 2021

Partiamo proprio dalle date di pagamento del reddito di cittadinanza. Per tutti coloro che hanno effettuato la richiesta di accesso alla misura entro lo scorso mese, bisognerà tenere in considerazione la data di consegna della carta. Al 15 agosto partiranno i primi rilasci delle Postepay di coloro che hanno ricevuto l’ok da parte dell’Inps alla propria domanda, mentre dal 27 agosto verranno effettuate le ricariche di coloro che hanno già il sussidio in corso.

Chi invece non ha presentato il modello ISEE in corso di validità, potrà subire la sospensione dell’assegno fino all’invio della documentazione richiesta. Vi è poi da sottolineare che nel reddito di cittadinanza verranno caricati anche gli importi relativi al nuovo assegno unico in favore di coloro che ne hanno diritto. L’aumento medio per ogni figlio a carico dovrebbe corrispondere a 167,50 euro, sebbene per quello effettivo sarà necessario analizzare il proprio caso specifico.

I percettori del reddito di cittadinanza si vedranno accreditare l’assegno unico automaticamente, senza necessità di fare domanda. Infine, le ultime novità riguardano i nuovi limiti di prelievo per coloro che sceglieranno di richiedere più carte nel proprio nucleo familiare. Ogni carta avrà un limite di 100 euro qualora la famiglia sia composta da due maggiorenni, mentre in caso di più soggetti maggiorenni il limite scende a 80 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Le ultime novità introdotte con il reddito di cittadinanza tendono a modernizzare il meccanismo di welfare e a renderlo maggiormente inclusivo. Ne è un esempio il fatto che l’assegno unico si unirà a quello del RdC senza la necessità di ulteriori richieste da parte dei beneficiari. Ulteriori modifiche restano comunque allo studio del governo, soprattutto per quanto riguarda la semplificazione dell’accesso ai progetti di pubblica utilità e la figura dei navigator.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!