Iscriviti

Reddito di cittadinanza: chi lo otterrà sarà seguito da un tutor

L'Inps informerà sulla fase di presentazione delle domande, che dovrebbero partire a breve. Presumibilmente, dal primo del mese di aprile 2019. Previste alcune novità.

Economia e Finanza
Pubblicato il 14 gennaio 2019, alle ore 15:02

Mi piace
5
0
Reddito di cittadinanza: chi lo otterrà sarà seguito da un tutor

Gli ultimi annunci del governo prevedono che la misura del reddito di cittadinanza dovrebbe essere introdotta a partire dal prossimo 1° aprile 2019. L’importo intero potrà essere percepito da coloro i quali hanno un reddito pari a zero, con importi differenti: inoltre, è prevista una riduzione di quota pari a 380 euro per chi ha una casa di proprietà. Per evitare che il reddito di cittadinanza si trasformi in un incentivo alla inoccupazione o al lavoro nero, i cittadini che lo otterrà saranno seguiti da un tutor e dovrebbero frequentare dei corsi di qualificazione professionale. Vediamo maggiori dettagli a riguardo.

Reddito di cittadinanza e misure contro il lavoro nero

Una novità importante prevista nella normativa del reddito di cittadinanza consiste nel non poter rifiutare tre offerte di lavoro consecutive e “congrue”, ovvero – per i primi sei mesi – una proposta di lavoro entro i 100 km da casa e, a seguire, entro i 250 km e, infine, una proposta su tutto il territorio italiano.

Inoltre, per chi riceverà il reddito di cittadinanza è obbligato a rispettare alcune regole al fine di mantenere il reddito percepito (come, ad esempio, offrire circa 8 ore settimanali alla comunità per progetti e lavori socialmente utili).

Inoltre, è stata prevista un’altra novità, ovvero coloro i quali otterranno il reddito di cittadinanza saranno seguiti da un tutor o “navigator che, ha spiegato Di Maio, “accompagnerà le persone perché se prendi il reddito devi fare quello che ti dico”.

L’erogazione dell’importo previsto avverrà per 18 mesi rinnovabili. L’Inps attuerà nei prossimi mesi una campagna informativa per far sì che tutte le famiglie in condizioni di difficoltà possano richiedere il nuovo beneficio. La spesa complessiva sarà di circa 6.5 miliardi per 4.34 milioni di persone in 1.375.000 famiglie. Infine, i beneficiari del reddito di cittadinanza dovrebbero avere anche degli sconti sulle tariffe elettriche e di fornitura del gas previste per le famiglie economicamente svantaggiate. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Il reddito di cittadinanza è già utilizzato in diversi paesi nel mondo, con effetti alquanto positivi: infatti, ai francesi spettano fino a 483 euro mensili per una persona singola senza figli idonea, ai tedeschi 382 euro, e agli inglesi 348 euro. Inoltre, altri paesi - come ad esempio l'Iran e la Finlandia -stanno tendando di dotarsene. La Svizzera, invece, ha respinto il reddito di cittadinanza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!