Iscriviti

Pensioni, pagamento ad aprile 2020: ecco chi riceverà un assegno più alto

L’Inps conferma la data di pagamento delle pensioni di aprile e comunica che l’importo potrà risultare per molti leggermente più alto in virtù delle nuove rivalutazioni.

Economia e Finanza
Pubblicato il 13 marzo 2020, alle ore 10:36

Mi piace
1
0
Pensioni, pagamento ad aprile 2020: ecco chi riceverà un assegno più alto

Le ultime comunicazioni in arrivo dall’Inps confermano la data di pagamento per il prossimo mese, ma aggiungono anche informazioni importanti per quanto riguarda l’applicazione delle rivalutazioni degli assegni. Si tratta di conferme non scontate, anche se dal punto di vista concreto gli importi dovrebbero salire in modo contenuto in virtù dei bassi coefficienti applicati agli assegni.

Per quanto concerne l’effettiva data di accredito dell’emolumento, l’ente previdenziale pubblico ha confermato la regolarità della prossima scadenza mensile, fissata a mercoledì 1° aprile 2020. La data viene indicata come primo giorno bancabile, pertanto risulta valida sia per coloro che hanno chiesto l’esecuzione presso un conto corrente postale, sia per chi ha deciso di affidarsi al circuito bancario.

Pagamento pensioni ad aprile 2020: applicata la rivalutazione anche ai mesi di gennaio, febbraio e marzo

L’ente previdenziale pubblico comunica inoltre che con l’assegno di aprile verranno applicate anche le nuove rivalutazioni automatiche decise recentemente dal legislatore, pertanto l’importo potrebbe differire leggermente rispetto a quello dei mesi precedenti. In questo modo, l’ente porta a compimento in via definitiva le necessità di adeguamento alla normativa più recente.

In particolare, l’aggiornamento legislativo prevede l’eliminazione della fascia di rivalutazione degli assegni tra 3 e 4 volte la minima, essendo quest’ultima accorpata alla fascia che garantisce l’adeguamento pieno dell’assegno. Partendo da questo presupposto, l’Inps ha provveduto ad aggiornare al rialzo tutti gli assegni relativi all’anno 2020 che in precedenza non rientravano nella rivalutazione piena. Nonostante ciò, bisogna considerare che l’importo risulterà esiguo, in virtù dei coefficienti di rivalutazione estremamente contenuti calcolati dall’Istat.

Infine, è utile considerare che nell’assegno di aprile saranno corrisposti anche gli arretrati relativi ai mesi di gennaio, febbraio e marzo. L’Inps fornirà un’apposita circolare illustrativa nei prossimi giorni, all’interno della quale fornirà i dovuti chiarimenti operativi e spiegherà a livello tecnico come eseguirà quanto appena evidenziato all’interno dell’assegno di aprile 2020.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Con l’ultima comunicazione in arrivo dall’Inps si conferma la data di pagamento degli assegni per il mese di aprile 2020, ma emergono anche importanti novità in relazione all’applicazione degli adeguamenti. In questo senso, sarà utile per tutti i pensionati verificare con attenzione quanto evidenziato all’interno del cedolino, per capire in che modo saranno applicate le ultime novità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!