Iscriviti

Pensioni, oltre 5 milioni i pensionati sotto i 1.000 euro al mese

Gli ultimi dati in arrivo dall’Inps evidenziano milioni di pensionati al di sotto della soglia dei 1.000 euro al mese. L’assegno mensile medio si attesta invece intorno ai 1.548 euro.

Economia e Finanza
Pubblicato il 12 luglio 2019, alle ore 08:25

Mi piace
3
0
Pensioni, oltre 5 milioni i pensionati sotto i 1.000 euro al mese

Arrivano i nuovi aggiornamenti in merito alle pensioni erogate nel corso del 2018 dall’Istituto pubblico di previdenza in favore di coloro che hanno maturato il diritto alla percezione dell’assegno previdenziale. A colpire è in particolare il numero di pensionati che si trova a fare i conti con un assegno particolarmente basso, spesso dopo una vita di lavoro e versamenti. 

Secondo quanto evidenziato dal Rapporto annuale Inps, sono circa 5,4 milioni le persone che si trovano a ricevere una pensione uguale o inferiore ai 1.000 euro al mese. Su base percentuale, si tratta di circa un terzo dell’intera platea (il fenomeno tocca il 34,7% degli aventi diritto, su una base numerica complessiva corrispondente a circa 15,5 milioni di pensionati).

Se non altro, il dato risulta in calo rispetto all’anno precedente, quando lo stesso trend si rilevava sul 35,9% della platea complessiva. Rispetto al problema resta però da evidenziare che continuano ancora a sussistere importanti differenze di genere. Il gender gap delle donne si svela attraverso un’incidenza maggiore di assegni dagli importi bassi. Nel pubblico femminile, il numero di pensioni sotto ai 1.000 euro raggiunge il 43,6% della platea, toccando oltre 3,5 milioni di donne.

Per Tridico il sistema pensionistico pubblico resta sostenibile

Tra i dati riportati all’interno del rapporto annuale, emergono anche quelli relativi alle erogazioni medie. In Italia, un pensionato Inps può infatti contare generalmente su un assegno mensile di circa 1.548 euro. Se si osservano invece tutte le diverse tipologie di pensioni erogate (corrispondenti a 16,8 milioni di assegni), il dato scende a 1.156 euro. Complessivamente, la spesa per l’erogazione delle pensioni (al netto dei trattamenti familiari) è aumentata di circa l’1,9% rispetto all’anno precedente.

Il commento del neo commissario alla guida dell’Inps, Pasquale Tridico, ha indicato il sistema come solido. L’economista ha infatti invitato ad evitare “allarmismi circa la sostenibilità del nostro sistema pensionistico”, spiegando che il sistema è in fase di rinnovamento soprattutto per rivedere le procedure di accesso alle prestazioni di invalidità e, al contempo, per combattere in modo più duro le frodi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Gli ultimi dati in arrivo dall’Inps evidenziano come siano ancora in molti a percepire un assegno particolarmente basso, con il quale diventa difficile far fronte al costo della vita ed alle normali esigenze presenti in età avanzata. Particolare attenzione andrebbe prestata poi alla questione delle differenze di genere, visto che il gender gap lavorativo si riflette inevitabilmente anche in assegni previdenziali più bassi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!