Iscriviti

Pensioni e 14ma mensilità non pagata: ecco per chi arriverà a settembre

Il pagamento della quattordicesima mensilità resta sotto i riflettori del comparto pensioni a partire dal mese di luglio 2019. Ecco il punto della situazione per chi sta per ricevere il pagamento e per i pensionati rimasti esclusi.

Economia e Finanza
Pubblicato il 4 luglio 2019, alle ore 08:30

Mi piace
2
0
Pensioni e 14ma mensilità non pagata: ecco per chi arriverà a settembre

Con l’arrivo del mese di luglio, per molti pensionati scatta il pagamento della quattordicesima mensilità, un emolumento molto atteso viste le difficoltà nel far fronte al crescente costo della vita e alla contemporanea diminuzione del potere di acquisto delle famiglie. Per inquadrare correttamente la situazione, bisogna però innanzitutto evidenziare che la 14ma mensilità non sarà erogata in senso universale.

I beneficiari sono infatti individuati in coloro che hanno compiuto almeno 64 anni di età e che rientrano nelle fasce di reddito previste dalla legge. È necessario infatti non superare alcuni specifici livelli, ovvero due volte il trattamento minimo Inps per il fondo dei lavoratori dipendenti (corrispondente a 1026 euro circa al mese ed a 13338 euro l’anno). Anche chi rientra in questi requisiti potrebbe però non aver ricevuto la somma aggiuntiva, così come capitato già lo scorso anno. In tali casi specifici, l’assegno potrebbe essere erogato a settembre.

La quattordicesima mensilità e l’eventuale erogazione a settembre

Un caso specifico riguarda in particolare i pensionati che hanno inviato per ultimo la propria dichiarazione dei redditi. In questo caso, la registrazione dei dati utilizzati per effettuare il calcolo del diritto alla percezione del beneficio è risultata possibile solo a giugno, pertanto slitta anche la valutazione dei requisiti utili alla percezione della quattordicesima mensilità.

Ne consegue che per tali soggetti il pagamento della quattordicesima mensilità potrebbe slittare al mese di settembre 2019. Un’eventualità che in condizioni simili si era già verificata lo scorso anno. I pensionati che ritengono di avere diritto alla 14ma, e che non l’hanno vista arrivare nel mese di luglio, potranno quindi ottenere nelle prossime settimane un riscontro da parte della stessa Inps, che dovrebbe inviare a breve alcune comunicazioni di aggiornamento sul caso specifico ai potenziali beneficiari.

In via generale, è bene sapere che la quattordicesima viene erogata d’ufficio a tutti gli aventi diritto, sulla base dei dati in possesso dall’Istituto pubblico di previdenza. Per chi invece ritiene di avere i requisiti per la maturazione del beneficio, e nonostante ciò non dovesse vedere arrivare la quattordicesima neanche a settembre, resta l’ipotesi di avanzare presso l’Inps o un patronato un’apposita istanza di verifica.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Sono molti i pensionati che attendono l’arrivo della quattordicesima mensilità, che rappresenta un aiuto importante per il bilancio familiare di coloro che si sostengono unicamente sulla base dell’assegno previdenziale. Anche per questo, è importante verificare con attenzione l’effettiva maturazione del diritto e la presenza di eventuali errori in caso di mancata erogazione dell’emolumento.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!