Iscriviti

Pensioni: confermate Opzione Donna e Quota 100 per il 2020

Il governo giallorosso conferma le misure di pensione anticipata Quota 100, Opzione Donna e Ape Social introdotte nel Documento programmatico di bilancio. Per la definizione dei dettagli, bisognerà attendere la conferma ufficiale dei provvedimenti.

Economia e Finanza
Pubblicato il 18 ottobre 2019, alle ore 14:12

Mi piace
5
0
Pensioni: confermate Opzione Donna e Quota 100 per il 2020

Opzione Donna e Quota 100, restano. Il Consiglio dei Ministri nell’approvazione del Documento programmatico di bilancio ne ha riconfermato la proroga. Il governo ha approvato “salvo intese” i provvedimenti diretti all’anticipo pensionistico. A convalidarne la proroga il ministro Gualtieri, secondo cui le misure previste per il pensionamento anticipato Quota 100, Ape sociale, Opzione donna e l’assegno di accompagnamento per la pensione di vecchiaia sono presenti nella Legge di Bilancio 2020.

Resta da dire, che il testo della manovra arriverà in Cdm entro la prossima settimana, per poi essere inviata in Parlamento dove si avvierà l’iter che porta all’approvazione. Di conseguenza, per la specifica dei dettagli, nonché la conferma ufficiale dei provvedimenti bisognerà attendere che si completi l’intera procedura.

Al momento, l’accordo su Quota 100 c’è stato, resterà sino al 2020. La misura di pensione anticipata non presenta finestre aggiuntive e, l’accesso resta di 62 anni e 38 anni di contributi. Con un comunicato stampa il Governo ha confermato il sussidio economico Ape Sociale e Opzione Donna per il 2020. Esclusi dalla proroga l’ape volontario e l’ape aziendale la cui scadenza è fissata per il 31 dicembre 2019.

Confermato l’anticipo pensionistico Opzione Donna

La misura presentata dalla Legge Maroni del 2004 con lo scopo di stimolare il pensionamento anticipato destinato alle lavoratrici donne è stata confermata dal governo giallorosso per il 2020. Tutte le lavoratrici appartenenti al settore dipendente o autonomo, potranno richiedere l’accesso al piano di pensionamento anticipato Opzione Donna, con 58 anni per le dipendenti, mentre per le lavoratici autonome l’età anagrafica si sposta sui 59 anni, con 35 anni di contributi.In mancanza della proroga al 2020, la scadenza ultima era prevista per il 31 dicembre 2019.

Come spiegato dal ministro dell’Economia, vengono confermate per le famiglie maggiori risorse in fase di razionalizzazione e semplificazione. Previste misure che vanno dalla gratuità degli asili nido alla costruzione di nuove strutture. Riconfermato il sussidio che porta alla pensiona anticipata Ape Social a tutela dei lavoratori. Prorogata Opzione Donna per tutte le lavoratrici sia del settore pubblico che privato. Approvato l’esonero del Canone Rai per gli anziani aventi un reddito basso.

Il piano di pensionamento anticipato Quota 100 senza l’aggiunta di finestre d’uscita resta in vigore fino al 2020, nonostante l’opposizione dei renziani che puntavano all’abolizione della norma sperimentale.Tuttavia, Quota 100 potrebbe subire un graduale depotenziamento nel corso degli anni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonella Tortora

Antonella Tortora - I due provvedimenti Opzione Donna e Quota 100 sono presenti nella manovra finanziaria e sono collocati all'interno del piano contabile nel Documento programmatico di bilancio per il 2020. La nuova riforma pensioni sarà, ancora, oggetto di discussione tra governo e sindacati. Infatti, per conoscere i correttivi del 2021 e i presupposti per il 2022, con la fine della sperimentazione di Quota 100 bisognerà attendere che l'iter parlamentare si completi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!