Iscriviti

Marchionne era malato da un anno, ma Fca non ne era al corrente: la Consob apre un’istruttoria

Mentre è ancora vivo il dolore per l'improvvisa scomparsa del numero uno di Fca, emergono vari retroscena legati alla malattia che ha stroncato Sergio Marchionne. Nel frattempo anche la Consob ha aperto un’istruttoria a carico del gruppo Fca.

Economia e Finanza
Pubblicato il 30 luglio 2018, alle ore 17:36

Mi piace
8
0
Marchionne era malato da un anno, ma Fca non ne era al corrente: la Consob apre un’istruttoria

L’improvvisa scomparsa di Sergio Marchionne ha sconvolto non solo il settore automotive e della finanza, ma più in generale l’intera opinione pubblica. La malattia del manager italo-canadese, definito da Donald Trump come uno tra i più brillanti dopo Henry Ford, ha sollevato diversi interrogativi ai quali si cerca progressivamente di dare una risposta.

I vertici di Fca hanno più volte smentito di essere stati a conoscenza dei problemi di salute dell’ex amministratore delegato. Come diffuso dalla multinazionale stessa per mezzo di una nota, la ragione della loro ignoranza era ascrivibile ad una comprensibile motivazione di privacy sanitaria. Non a caso la notizia delle gravi condizioni di salute dell’ex ceo si è abbattuta sulla dirigenza come un fulmine a ciel sereno.

Da qui anche la Consob, la Commissione Nazionale per le società e la Borsa, ha voluto vederci chiaro. Come da prassi è stata aperta un’istruttoria per verificare se nella faccenda non siano stati commessi illeciti o irregolarità. In queste circostanze, l’eventuale conoscenza di informazioni sensibili avrebbe potuto determinare fenomeni di market abuse.

Come poi concretamente avvenuto sui mercati, lo scossone legato alla morte di Sergio Marchionne si è dimostrato un evento altamente “price sensitive”. La repentina scomparsa di un personaggio di primo piano come il manager di origini abruzzesi, non poteva certo lasciare indifferenti gli operatori della Borsa.

Ad ogni modo stando alle informazioni trapelate, la Commissione al momento non ha riscontrato alcun tipo di anomalia. Sull’altra sponda dell’Atlantico la Sec, l’omologa della nostra Consob, non sembra invece aver alcuna intenzione di aprire un fascicolo riguardante un ipotetico “affaire Marchionne”. Il tema delle comunicazioni afferenti le condizioni di salute degli amministratori delegati viene considerato infatti di esclusiva competenza del consiglio di amministrazione. Ad ogni modo con la morte di Steve Jobs, la spinta dei mercati va verso la richiesta di una maggior trasparenza anche su questo argomento così delicato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - La morte di Sergio Marchionne ha determinato uno scossone sui mercati, che si sono interrogati sul prossimo futuro di Fca. Il gruppo ha rassicurato gli investitori, ribadendo che continuerà a seguire la linea dettata dall’ex numero uno della multinazionale. Ora che il peggio è stato messo alle spalle, la Consob ha giustamente aperto un’indagine per appurare l’esistenza di eventuali frodi o reati in ambito finanziario.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!