Iscriviti

In arrivo dagli USA la stangata sui prodotti DOP Europei

Presto arriveranno dagli USA, pesanti Dazi su prodotti alimentari Europei esportati negli Stati Uniti. Tra i prodotti italiani che verranno tassati ci saranno anche il Parmigiano Reggiano DOP e la mortadella

Economia e Finanza
Pubblicato il 7 ottobre 2019, alle ore 10:13

Mi piace
3
0
In arrivo dagli USA la stangata sui prodotti DOP Europei

Le tasse imposte dagli USA e da Donald Trump sui prodotti agroalimentari europei colpiscono l’Italia in maniera meno dura rispetto ad altri paesi vicini come Francia, Spagna e Germania ma i prodotti interessati dalle restrizioni – come il Parmigiano Reggiano DOP e la mortadella – sono quelli che soffrono maggiormente il danno delle imitazioni locali e dei fake, il cosiddetto “italian style“.

Tutto ciò è evidenziato a chiare lettere dal consigliere delegato di “Filiera Italia“, il dott. Luigi Scordamaglia che afferma nell’intervista rilasciata ai giornali ed alle TV: “Gli Stati Uniti sono il Paese che ha il record assoluto per l’imitazione dei prodotti italiani e guarda caso hanno messo i dazi proprio sui prodotti che sono più falsificati sul loro mercato interno”.

In questo modo, il danno inferto dal presidente Donald Trump andrebbe a colpire – in modo particotare – it settore dei formaggi con 228,5 milioni di euro di esportazioni e dazi per oltre 57 milioni.

Ci sono le prelibatezze del made in Italy con alcune DOP ed IGP d’eccellenza, tra cui il famosissimo Parmigiano Reggiano, il Grana Padano, il Pecorino Romano, del Provolone Dolce e Piccante, anche se non è presente nella fatidica lista nera la Mozzarella di Bufala Campana DOP, altro prodotto d’eccellenza italiana.

Un altro ramo di prodotti alimentari penalizzato è quello dei salumi e dei prosciutti, ma vengono escluse le DOP. Anche il settore dei liquori e dei cosiddetti cordiali subirà un duro colpo, ma si salvano i vini, il prosecco, la pasta e l’olio EVO.

L’UE si prepara a imporre a sua volta dazi sulle merci made in USA, dalla Francia arriva la proposta simbolica di tassare la Coca Cola. Anche se in realtà, la gran parte della bevanda “nera” è prodotta in Europa, garantendo molti posti di lavoro e soldi. In Italia, il governo annuncia di voler difendere le imprese italiane e di avere allo studio anche misure compensative come un fondo che le possa difendere dalle tasse.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carlo Crescenzi

Carlo Crescenzi - Spero che i dazi sui prodotti alimentari italiani non vengano applicati. Queste eccellenze fanno parte del nostro patrimonio culturale oltre che della famosa dieta mediterranea. Impedirne o rallentarne l'esportazione danneggerà sia l'Italia che altre parti del mondo. Ci saranno inoltre probabili perdite di posti di lavoro in uno dei settori trainanti l'economia italiana.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!