Iscriviti

Il bonus psicologico fuori dalla legge di bilancio

Ha destato scalpore la decisione del governo di non mettere nella legge di bilancio il bonus psicologico di cui avrebbero potuto usufruire gli italiani che in questi anni di pandemia hanno visto crescere ansie e depressioni.

Economia e Finanza
Pubblicato il 14 gennaio 2022, alle ore 18:14

Mi piace
0
0
Il bonus psicologico fuori dalla legge di bilancio

Ciò che desta scalpore è che nella legge di bilancio di quest’anno c’è stato posto per il bonus monopattino, il bonus occhiali ma della salute mentale nessuno ne parla, tanto che il bonus psicologico di cui avrebbero potuto usufruire gli italiani che in questi due anni di pandemia hanno visto crescere a dismisura ansie e depressione, non si è trattato il tema.

Una petizione online su Change.org permette di raggiungere 300.000 firme e ne ha già superate 250.000, è un passo avanti per permettere di far sentire la propria voce, il Presidente della Regione Lazio Zingaretti ha promesso per esempio che istituirà un fondo di 2,5 milioni di euro dedicato all’accesso alle cure per la salute mentale e la prevenzione del disagio psichico

La pandemia ha provocato seri disagi agli italiani che si sono prima visti rinchiudere in casa nel 2020, e non solo, anche danni dal punto di vista economico per alcuni per la perdita del lavoro, anche gli studenti che sono in dad che si sono ritrovati a studiare in casa e i giovani che hanno perso la socializzazione.

Il sostegno psicologico è un dovere di tutte le strutture, dalle scuole fino ai medici di famiglia che dovrebbero affiancarsi ad uno psicologo nelle strutture pubbliche, Angela Maria Quaquero, presidente dell’Ordine degli psicologi della Sardegna, pensa che l’integrazione tra pubblico e privato sia fondamentale e sarebbe stato un aiuto immediato.

Molti italiani non possono ricorrere al privato per motivi economici e questo bonus avrebbe permesso loro di farsi affiancare da uno specialista, il sostegno psicologico viene considerato un lusso, In Italia ci sono circa 130 mila psicologi, ma solo il 5% lavora nelle strutture pubbliche. Si tratta però di un vero e proprio “bonus psicologo”, una serie di fondi a disposizione delle regioni per migliorare i servizi di ascolto, assistenza e formazione del personale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Martina Capit

Martina Capit - Ritengo assurdo che non sia stata approvata questa decisione di aiuto socioassistenziale, per persone che hanno un disagio psicologico dovuto alla pandemia, le vite di tutti sono cambiate in un modo o nell'altro e sarebbe stata una scelta appropriata, spero che il governo apra gli occhi e riveda la legge di bilancio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!