Iscriviti

Coronavirus, slittano le scadenze fiscali: c’è tempo fino a settembre per presentare il 730

Con il decreto sul coronavirus slittano le scadenze fiscali per la presentazione delle dichiarazioni e l’invio delle certificazioni uniche: ecco le nuove date comunicate dall’Agenzia delle Entrate.

Economia e Finanza
Pubblicato il 3 marzo 2020, alle ore 17:14

Mi piace
2
0
Coronavirus, slittano le scadenze fiscali: c’è tempo fino a settembre per presentare il 730

Si concretizzano importanti novità per quanto concerne le scadenze fiscali utili al fine della presentazione della certificazione unica e della dichiarazione dei redditi tramite il 730. L’aggiornamento fa seguito al decreto pubblicato dall’esecutivo per contrastare l’emergenza coronavirus e prevede che l’invio della documentazione obbligatoria di natura fiscale possa essere effettuato fino a settembre, allungando così i termini ordinari previsti dalla legge.

La platea potenziale degli interessati risulta ovviamente molto ampia, dato che tra i contribuenti a cui è richiesto di assolvere all’adempimento figurano più di 20 milioni di persone. Tra queste, circa 8 milioni di persone rientrano tra i pensionati e 12 milioni e mezzo tra i lavoratori dipendenti. Una simile decisione riguarda anche i termini di presentazione delle certificazioni uniche, indispensabili per gli inserimenti all’interno delle dichiarazioni.

In questo caso si concede più tempo in favore dei datori di lavoro e degli enti pensionistici che agiscono da sostituti d’imposta, estendendo il periodo utile fino al 31 marzo 2020. Si calcola che i soggetti giuridici potenzialmente interessati dalla misura siano oltre 4 milioni.

Coronavirus: le altre scadenze fiscali prorogate all’interno del decreto governativo

Tra gli altri termini che risultano prorogati all’interno del decreto coronavirus rientra anche lo slittamento dal 28 febbraio al 31 marzo dei dati da inviare all’Agenzia delle Entrate al fine di rendere possibile la preparazione delle dichiarazioni precompilate (con il relativo inserimento del modello all’interno dell’area riservata di ogni contribuente).

Infine, risulta prorogato al prossimo 5 maggio 2020 anche il giorno entro cui la dichiarazione precompilata deve risultare disponibile sul portale dell’ADE in favore dei contribuenti, mentre la scadenza per la presentazione del 730 precompilato è stata spostata al 30 settembre. Le proroghe saranno sicuramente di grande utilità viste e considerate le difficili condizioni lavorative che dovranno affrontare fiscalisti, commercialisti e centri di assistenza fiscale nell’arco delle prossime settimane.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Il decreto del governo sul coronavirus interviene anche sulle scadenze fiscali, ponendo in essere delle proroghe rispetto alle scadenze ordinarie di presentazione della dichiarazione dei redditi e delle certificazioni uniche. Si tratta sicuramente di un passaggio importante e considerato come dovuto sia da chi si trova a far fronte agli adempimenti, sia da tutti coloro che offrono consulenza di natura fiscale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!