Iscriviti

Consumi culturali: gli italiani si dividono tra cinema e teatro in base all’età

Ad ogni età il suo svago: dall'indagine sui consumi culturali dell'Osservatorio Findomestic/Doxa si evince che i 60enni preferiscono andare a teatro, i giovani al cinema e i 40enni evitano le mostre.

Economia e Finanza
Pubblicato il 5 marzo 2018, alle ore 15:57

Mi piace
25
0
Consumi culturali: gli italiani si dividono tra cinema e teatro in base all’età

L’Osservatorio Findomestic/Doxa interroga ogni mese un panel di 750 persone di ogni età per misurare i gusti degli italiani sui consumi culturali. I dati del 2017 evidenziano che i giovani preferiscono il cinema, i 40enni non vanno alle mostre e i 60enni preferiscono godersi una serata acculturata al teatro.

Uno su tre degli intervistati spende meno di 50 euro l’anno per la cultura, mentre qualcuno invece arriva addirittura oltre i 500 euro, ma su di una cosa si è d’accordo: tutti preferirebbero più promozioni o agevolazioni sui biglietti di ingresso che spesso e volentieri hanno prezzi stellari, stesso bisogno si percepisce anche sui biglietti per i mezzi di trasporto.

Dal sondaggio effettuato i dati sono tra i più svariati: come già detto, un italiano su tre ha speso meno di 50 euro per la cultura l’anno scorso, il 26% tra 50 e 100 euro e il 21% tra 100 e 200 euro, il 10% degli italiani invece si concede di spendere anche tra i 200 e i 500 euro e, infine, una piccola percentuale del 3% arriva a spendere anche oltre i 500 euro in eventi culturali.

Gli interessi culturati preferiti dagli italiani vanno dal cinema al teatro: l’anno scorso, 8 italiani su 10 sono andati almeno una volta al cinema, 6 su 10 hanno visitato uno o più musei, 4 su 10 hanno visto una mostra e lo stesso numero vale per il teatro.

Il cinema è l’arte che più attira i giovani e, se guardiamo i dati di rifermento alla fascia di età che và dai 18 ai 24 anni, troviamo un 26,4% che ha guardato almeno 10 film al cinema mentre solo il 6% di loro non è mai andato al cinema nel 2017. Sempre per questa fascia di età i consumi culturali contemplano anche i musei, infatti il 66% ha visitato almeno un museo e il 6% si è spinto a vederne almeno 10. Per quanto riguarda i più grandi, oltre i 60 anni di età, troviamo la situazione opposta con quasi il 30% a non essere mai andato al cinema l’anno scorso. Tra i 55 e i 65 anni si preferisce di gran lunga il teatro con una percentuale del 44%, quest’arte è apprezzata soprattutto al sud.

Gli over 40 evitano quasi del tutto le mostre (di qualsiasi genere) con una percentuale che và oltre il 71%, mentre vi partecipano volentieri gli over 60 con il 53.3% di presenze. Tra i 25 e i 29 anni si preferisce andare ai concerti.

Gli italiani ammettono anche che vorrebbero viaggiare, anche all’estero, per dedicarsi alla passione per la cultura, ma i biglietti dei mezzi pubblici sono troppo cari per permettere la realizzazione dei desideri di molte persone. Infatti il 64% degli italiani ha già in programma di fare viaggi culturali, il 33% in Italia, il 7% all’estero e, infine, il 24% sia in Italia che all’estero. A questo proposito, il 28% degli italiani preferirebbe che ci fossero biglietti scontati per treni ed arei per le città culturali, proponendo anche l’apertura serale dei musei, mentre il 24% propone il poter comprare biglietti scontanti nei periodi di bassa stagione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Serretiello

Rita Serretiello - Mi capita di andare al cinema 3-4 volte l'anno ma anche di più se fanno film che mi interessano, non mi dispiacciono le mostre mentre al teatro non ci sono mai stata ma mi sono ripromesso di farlo. Non mi faccio mai scappare l'occasione di visitare una città ogni volta che ne ho la possibilità. Credo che la cultura sia la cosa che di più bello e prezioso possa mai avere una Nazione e per questo va scoperta e seguita ogni volta che possiamo, credo che sia un'esperienza capace di rendere migliori le persone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!