Iscriviti

Candy comprata dalla casa cinese Haier. Cosa cambierà?

La Haier, casa leader cinese nella produzione di lavatrici, ha ufficialmente comprato al 100% l'azienda italiana Candy per la cifra di 475 milioni di euro.

Economia e Finanza
Pubblicato il 28 settembre 2018, alle ore 17:46

Mi piace
5
0
Candy comprata dalla casa cinese Haier. Cosa cambierà?

Un altro pezzo d’Italia vola all’estero. Dopo aver venduto diverse aziende e società, oggi è la Candy a diventare cinese: è stata acquistata proprio oggi dall’azienda cinese Haier. Quest’ultima ha la propria sede a Shanghai, in Cina, ed è un leader mondiale per la produzione e vendita di lavatrici, con una fetta di utenza pari al 14.3%. 

L’intera transazione è costata 475 milioni di euro e in questo modo Candy conclude i suoi ultimi anni in Italia, con un misto di problemi e difficoltà varie che hanno costretto al passaggio del 100% dell’azienda ai cinesi.

Candy cinese: le conseguenze

Proprio il 27 settembre, i sindacati avevano già rifiutato un accordo con l’azienda che prevedeva un taglio del 30% sul salario, proprio per evitare 200 licenziamenti, che erano previsti dal 2016, ma sono riusciti in qualche modo ad andare avanti. 

Contemporaneamente era in programma l’aumento della quantità di produzione delle lavatrici in Brianza, nello stabilimento di Brugherio, ma saltando l’accordo è saltato tutto. La firma avrebbe riportato una produzione di 200 mila lavatrici qui in Italia, che invece saranno prodotte in Cina. 
La Candy può vantare 4100 dipendenti sparsi nel mondo e 6 stabilimenti tra Europa, Asia e Turchia, oltre ad incorpare marchi come Hoover, Rosières e Jinling. Il 2017 è stato chiuso con una crescita del fatturato del 14% con più di 1 miliardo di euro di ricavi.

Il trasferimento della “proprietà” avverrà nei primi mesi del 2019, poiché al momento sono in valutazione le pratiche burocratiche che devono vedere l’approvazione delle autorità nazionali e internazionali. La notizia positiva è che Haier, comunque lascerà il quartier generale a Brugherio e in più investirà altri soldi per lo sviluppo ed aumentare la competitività nel mondo. L’obiettivo è espandersi nel settore degli elettrodomestici intelligenti, grazie allo sviluppo dell’ Internet of Things.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Una proprietà italiana è diventata cinese; non è una buona notizia. Tuttavia, si può contare sul fatto che la Haier lascerà la produzione in Italia e finanzierà il progetto. Quindi in teoria le cose dovrebbero migliorare e lo stesso vale per la qualità dei materiali che ultimamente lasciava un po' a desiderare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!