Iscriviti

Bonus mobili ed elettrodomestici per il 2018: come funziona e chi può richiederlo

L'agenzia delle Entrate ha deciso di chiarire quali acquisti e lavori di ristrutturazione sono ammessi per potere ottenere le detrazioni fiscali in questo 2018.

Economia e Finanza
Pubblicato il 23 gennaio 2018, alle ore 11:56

Mi piace
8
1
Bonus mobili ed elettrodomestici per il 2018: come funziona e chi può richiederlo

Il bonus mobili ed elettromestici 2018, è un tipo di agevolazione fiscale utilizzabile dall’1 gennaio al 31 Dicembre 2018. Essa prevede una detrazione fiscale del 50% per acquisti di elettrodomestici e mobili, ma soltanto a conclusione di lavori di ristrutturazione, e ovviamente documentati.

L’agenzia delle Entrate ha pubblicato sulla loro pagina web i tre step per usufruire del bonus, con spiegazioni dei documenti obbligatori per presentare la domanda per rimborso, e le spese ammesse. L’agevolazione che prevede una detrazione Irpef del 50% a seguito dell’acquisto di grandi elettromestici e mobili effettuati nel 2018, ma la richiesta può essere effettuato solo da chi realizza interventi di ristrutturazione edilizia partita dal 1° Gennaio 2017. La detrazione è valida fino ad una spesa non superiore a 10.000 euro, recuperabili nell’arco di 10 anni.

Beni ammessi per la detrazione fiscale

Il bonus mobili ed elettrodomestici si può richiedere per gli acquisti effettuati fino al 31 dicembre 2018; e sono:

  • Mobili nuovi (armadi, sedie, divani, tavoli, materassi, comodini, scrivanie)
  • Grandi elettrodomestici con classe energetica A+ (frigoriferi, congelatori, lavastoviglie, stufe elettriche ecc); forni classe A.

Nell’importo possono essere detratte le spese di trasporto e montaggio dei beni acquistati, solo se effettuate con modalità di pagamento previste dalla detrazione (bonifico e carta di credito/debito).

Non sono previste agevolazioni per acquisti di pavimentazione, porte, tendaggi e tende, tinteggiatura delle pareti.

Lavoro di ristrutturazione ammessi

Per la detrazione fiscale, soltanto alcuni tipi di lavori di ristrutturazione sono ammessi, tra cui:

  • Lavori di manutenzione straordinaria (risanamento o restauro dell’immobile)
  • Ricostruzione immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi
  • Manutenzione straordinaria o ordinaria di parti comuni di un condominio

Adempimenti per la richiesta del bonus

Per usufruire della detrazione è fondamentale pagare gli acquisti o ristrutturazioni con carta di credito, debito o bonifico. Non sono consentiti contanti, assegni bancari ed altre forme di pagamento. E’ ammessa la detrazione anche per beni acquistati con finanziamenti a rate.

I documenti da conservare per il bonus sono:

  • Attestazione del pagamento (ricevuta di transazione, documentazione di addebito su conto corrente, ricevuta del bonifico)
  • Fatture di acquisto dei beni, con corrispettiva quantità e qualità dei beni.
  • Scontrino con codice fiscale dell’acquirente
Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Il bonus per mobili ed elettrodomestici 2018 è comunque un buon modo per ottenere a fine anno una detrazione fiscale, e far rientrare comunque un budget speso durante tutto l'anno. Può rivelarsi particolarmente utile quando si effettuano molti lavori di ristrutturazione o di acquisto a seguito di un matrimonio. Ovviamente bisogna ed è importante certificare sempre il tutto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!