Iscriviti

Aumenta la benzina. Da sabato costerà 0,24 cent al litro in più

Accise più salate sulla benzina. L'aumento porterà nelle casse dello stato una cifra come 75 milioni di euro, che serviranno per sostenere l'economia del paese. Un ritocco inevitabile, che costerà agli italiani una spesa maggiore per un pieno

Economia e Finanza
Pubblicato il 27 febbraio 2014, alle ore 23:33

Mi piace
0
0
Aumenta la benzina. Da sabato costerà 0,24 cent al litro in più

Parte da sabato l’ aumento delle accise sul gasolio e sulla benzina, che verrà a costare ai cittadini qualcosa come 0,24 cent al litro in più. Se si calcola l’iva l’aumento reale è di 0,34 centesimi, un po’ pesante per le tasche degli italiani. L’aumento era già previsto nella finanziaria dello scorso anno, e sarà mantenuto fino alla fine del 2014. Un rincaro che arriva in un momento difficile per il paese, e non sarà accolto senza proteste e critiche negative.

A conti fatti, dai calcoli effettuati dall’assocuiazione artigiani e imprese, un’auto a benzina che percorre in quattro anni circa 15 mila chilometri spenderà 257 euro in più, mentre quella a gasolio ne spenderà 388. Un ritocco che può portare a cambiare le abitudini degli italiani, tartassati da imposte e tasse di ogni genere. Negli ultimi anni l’aumento è scattato per almeno dieci volte, pesando gravemente su professionisti che lavorano tutti i giorni e che hanno bisogno del carburante per svolgere le loro attività, tra cui commercianti, rappresentanti, tassisti, e tante altre categorie di lavoratori. 

La spesa del carburante incide tantissimo su una famiglia comune, soprattutto quando è sprovvista di mensilità sicure e ben retribuite. L’aumento della benzina contribuirà dunque ad impoverire ancora di più le fasce più deboli, che rinuncieranno ad altre cose per potere fare il pieno e andare al lavoro. La pressione fiscale è destinata quindi ad aumentare, e si trascinerà fino alla fine del 2018, come prevede l’Assopetroli, con altre misure che possono intervenire nel caso non ci fossero le somme previste a copertura.

La domanda che si pone è: ma lo stato ha proprio bisogno di aumentare le accise sulla benzina per risolvere i suoi problemi? Ma non bastano tutti gli interventi che paghiamo con le accise sempre in rialzo? La serie di interventi realizzati come l’aumento delle accise della benzina è interminabile, e ancora oggi sembra non avere fine. L’aumento del carburante penalizzerà la crescita, ed è assurdo pensare a un rilancio economico pagati con i soldi dei cittadini. E’ come dire, metti la tua parte che poi te la ridiamo. Come? Con gli interessi da pagare!

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!