Iscriviti

Yacht di 30 metri affonda a Ponza: turisti increduli

Uno yacht di lusso si è scontrato contro una motocisterna nelle acque vicine a Ponza. La collisione ha procurato forti danni al natante che è affondato.

Cronaca
Pubblicato il 14 agosto 2021, alle ore 20:41

Mi piace
0
0
Yacht di 30 metri affonda a Ponza: turisti increduli

Incidente in mare per un natante di lusso diretto da Fiumicino a Ponza, che durante il tragitto si é scontrato contro una motocisterna che trasportava acqua. L’impatto è avvenuto a circa quattro miglia dalla costa. In seguito allo scontro lo yacht ha subito incominviato a imbarcare acqua, le sette persone presenti sono state tutte messe in salvo. 

I fatti sono avvenuti nella notte tra il 13 ed il 14 agosto. Alle 4,30 circa del mattino a largo di Ponza è avvenuta la collisione, quindi l’affondamento dell’imbarcazione. Nella mattinata i turisti presenti sull’isola hanno assistito alla messa in sucerezza dell’imbarcazione che per stazza e lunghezza certo non passava inosservata. 

Stando alle prime ricostruzioni fatte dagli inquirenti, sul natante di lusso di trenta metri erano presenti otto persone. La comitiva era partita da Fiumicino con direzione Ponza. Mentre l’altra imbarcazione viaggiava in direzione opposta e da Ponza era diretta a Gaeta. Cosa è successo è ancora tutto da chiarire. 

Ma sembra che il buio della notte abbia contribuito al non avvistamento della motocisterna. Nella collisione chi ha avuto la peggio è stato lo yacht, che nonostante le dimensioni e la possenza, ha incominciato ad imbarcare acqua. Gli ospiti presenti a bordo hanno immediatamente allertato la Guardia Costiera

Considerata la gravità della situazione, le persone presenti nello yacht sono state inizialmente ospitate dalla motocisterna. Lì è stato accertato che gli ospiti dell’imbarcazione inabissata fossero in buona salute. Successivamente, un’imbarcazione della Guardia Costiera ha trasportato la comitiva a terra. 

Nella mattinata odierna, lo yacht è stato messo in sicurezza, quindi trasportato da una ditta specializzata nelle acque di Cala Inferno per accertare se le falle createsi fossero recuperabili. Ora le autorità competenti stanno cercando di ricostruire i fatti ed eventualmente attribuire delle responsabilità. Questa vicenda ha riportato in molti il ricordo dell’affondamento della nave da crociera Concordia. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Li vediamo solcare le acque dei mari, ci appaiono così maestosi, massicci, perfetti ma soprattutto inaffondabili. Eppure, non lo sono. Le imbarcazioni, siano esse grandi o piccole, devono sempre fare i conti con l'ineluttabile. Questa collisione è davvero strana, come se non ci fossero stati radar o controlli visivi attivi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!