Iscriviti

Vittime del Covid, la straziante storia di Antonella Ligorio: "Nonno è morto in solitudine"

Antonella Ligorio è la nipote di Pietro Ligorio e Antonia Ciciriello, entrambi colpiti dal Covid-19 a Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi. Lui purtroppo è deceduto il 12 dicembre nel reparto di Pneumologia dell'ospedale di Ostuni.

Cronaca
Pubblicato il 29 dicembre 2020, alle ore 18:56

Mi piace
1
0
Vittime del Covid, la straziante storia di Antonella Ligorio: "Nonno è morto in solitudine"

Quella raccontata da Antonella Ligorio, una giovane della provincia di Brindisi, è davvero una storia straziente. Entrambi i nonni sono stati colpiti dal Covid-19 in maniera seria. Lui, il nonno paterno, Pietro Ligorio, 89 anni, purtroppo non ce l’ha fatta a superare la malattia ed è deceduto lo scorso 12 dicembre presso l’ospedale di Ostuni, dove era stato ricoverato in gravi condizioni. Anche la nonna, Antonia Ciciriello, 82 anni, ha avuto il coronavirus ma nella giornata di oggi 29 dicembre è tornata finalmente a casa. La signora è stata molto male in quanto era ricoverata in terapia sub intensiva sempre all’ospedale ostunese.

I colleghi della testata giornalistica Brindisi Report hanno fatto con Antonella una lunga intervista telefonica, e le sue parole sono da monito per tutti, soprattutto per tutti quei negazionisti che continuano a ribadire che il virus sia una scusa per poter togliere le libertà alle persone. Come ha dichiarato la giovane, è un patogeno maledetto che “ti toglie la dignità”. Lei, per settimane non ha potuto vedere i propri nonni e insieme ai suoi famigliari effettuavano numerose telefonate all’ospedale per sapere se i due stessero bene. 

Il malore del nonno in campagna

La vita di questa famiglia di Ceglie Messapica cambia radicalmente circa un mese fa, quando tutti loro sono in campagna a raccogliere le olive. Un componente della famiglia aveva già contratto il Covid ma tutti loro stavano bene e non immaginavano quello che sarebbe potuto succedere. All’improvviso mentre raccoglie le olive, nonno Pietro si accascia a terra privo di sensi. Viene chiamata immediatamente un’ambulanza che lo trasporta presso l’ospedale e là viene fatto il tampone, che da il risultato: Pietro è positivo al Covid-19. Viene sottoposta al test anche la moglie: anch’ella risulta affetta dal Covid.

“Da allora non abbiamo capito più niente” – con queste parole Antonella descrive quella situazione, con la voce che si rompe dal pianto per l’emozione e il ricordo di quei terribili momenti. Il 25 novembre scorso la situazione precipita, a casa giungono due ambulanze che trasportano con urgenza i due coniugi presso l’ospedale di Ostuni in codice rosso. Entrambi hanno serie difficoltà a respirare e sono molto deboli. Antonella ricorda che in quei momenti e in quei giorni si è sentita impotente, in quanto sapeva che i suoi nonni erano lì a lottare per la vita. 

“Nonno è morto in solitudine” – così spiega la giovane, che cerca di far capire a tutti la gravità di questa malattia. Chi ha infatti un parente o un proprio caro affetto dal coronavirus Sars-CoV-2 non può vederlo fino alla sue dimissioni, e il dolore diventa grande quando il paziente perde la vita. Antonella Ligorio ha spiegato che ha visto andare via i suoi nonni senza neanche poterli abbracciare un’ultima volta. E alla fine la nipote dei coniugi Ligorio lancia un messaggio a chi si lamenta perché non può uscire o viaggiare: “ritornermo a fare tutto ma c’è una cosa più preziosa che si può perdere, la vita, quella non torna più, abbiatene cura”

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una storia davvero commovente questa che arriva da Brindisi, e che ci fa capire di quanto il coronavirus possa essere pericoloso. Si muore da soli, senza poter vedere amici o parenti, senza stringere e abbracciare forte un familiare. Rispettiamo le regole ancora per alcuni mesi, vediamo se usciamo da questo incubo. Ci sarà il tempo per poterci riabbracciare, di poter viaggiare. Ci sarà, tornerà tutto questo, ma non ancora adesso. C'è una battaglia che dobbiamo vincere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!