Iscriviti

Vicequestore Schilirò: "Trattata come i poliziotti condannati per il G8 di Genova"

La vicequestore Alessandra Nunzia Schilirò, intervistata da Massimo Giletti a Non è l'Arena, si è così pronunciata sulla sospensione della polizia: "Trattata come i colleghi condannati in via definitiva per il G8 di Genova".

Cronaca
Pubblicato il 14 ottobre 2021, alle ore 14:17

Mi piace
0
0
Vicequestore Schilirò: "Trattata come i poliziotti condannati per il G8 di Genova"

Nunzia Schilirò, la vicequestore di Roma sospesa dalla polizia per le sue posizioni contro il green pass, il certificato verde definito da lei stessa un marchio della discriminazione, ha parlato a Non è l’Arena.

La Schilirò ha detto: “Sapevo che c’erano estremisti in piazza, andare a una manifestazione è come andare a una festa: se hai un tot di invitati che non gradisci non ci vai. Non ci voleva la sfera di cristallo per capire cosa sarebbe accaduto. La criminalizzazione del dissenso è in atto da un po, vasti vedere la violenza delle parole usata. Il vero problema della manifestazione di sabato è che è stata una sconfitta per tutti, poliziotti e manifestanti: è stata un flop dato che non si è parlato del Green Pass”.

Le parole della Schilirò

La Schilirò ha dichiarato di essere stata sospesa perchè hanno paura di lei, che ha solo esercitato i diritti previsti dalla Costituzione. La vicequestore sa che rischia di essere radiata ma dice di essere una libera cittadina e che quando è entrata in polizia non le hanno detto che non poteva più parlare e che per lei la Costituzione non valeva più perchè era una poliziotta.

Sono stata invece sospesa in via cautelare come i colleghi condannati in via definitiva per il G8 di Genova” , ha aggiunto, affermando di essere considerata molto pericolosa perchè libera e non ricattabile. Come sappiamo, Nunzia Schilirò è diventata nota alle cronache per essere intervenuta sul palco della manifestazione no Green pass di piazza San Giovanni.

La ministra dell’interno Luciana Lamorgese ha definito gravissime le sue posizioni ma la Schilirò, nonostante la notifica, avvenuta nei giorni scorsi, di un provvedimento di sospensione, in via cautelare, dalla polizia, sembra non volersi fermare, anche senza la divisa. 

La Schilirò ha dichiarato di non essere assolutamente una no vax ma di essere contro il green pass. Insomma, la vicequestore è per la libertà di scelta riguardo al vaccino. “Potrei entrare dappertutto con il mio certificato ma non voglio essere una privilegiata e vivere in un mondo dove esistono le caste come in India”,ha concluso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Il caso della vicequestore Schilirò sta facendo molto discutere e credo che in un paese democratico, ognuno debba essere libero di esprimere liberamente il suo pensiero. Non me la sento di giudicare quanto da lei detto. Vedremo quali provvedimenti verranno messi in atto nei suoi confronti e quanto gravi verranno ritenute le sue azioni contrarie al green pass.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!