Iscriviti

Via Lattea, è storia: fotografato Sagittarius A, il buco nero al centro della nostra galassia

L'annuncio è stato dato questo pomeriggio in contemporanea in diversi Paesi del mondo, in Italia è andato in onda alle ore 15:00. Per la prima volta è stato fotografato Sagittarius A, il buco nero al centro della Via Lattea di cui si era teorizzato.

Cronaca
Pubblicato il 12 maggio 2022, alle ore 17:49

Mi piace
0
0
Via Lattea, è storia: fotografato Sagittarius A, il buco nero al centro della nostra galassia

Ascolta questo articolo

La scienza in questi anni sta facendo passi da gigante. Ma quello effettuato quest’oggi 12 maggio 2022 è a dir poco storico, e ci fa capire quanto vasto sia l’Universo in cui si trova il nostro pianeta, la Terra. Prima di narrarvi la storica scoperta che è stata fatta è bene ricordare in che posizione si trova la Terra nello spazio. Il nostro pianeta si trova infatti all’interno del Sistema Solare, sistema di pianeti che si trova appunto all’interno della galassia denominata Via Lattea

Nell’Universo ci sono migliaia di galassie: il nostro Sistema Solare occupa solo una piccola parte di essa. Nella nostra galassia non è detto che non ci siano altri pianeti oltre a quelli che già conosciamo, e in questo frangente sono ancora in corso le ricerche da parte degli scienziati, con novità interessanti che sono state annunciate negli scorsi anni. Adesso è arrivata una scoperta storica, che ha stupito l’umanità intera: per la prima volta è stato fotografato il buco nero che si trova al centro della nostra galassia

Ecco Sagittarius A

Per decenni la sua esistenza era stata solo teorizzata. Gli scienziati pensavano già da tempo che al centro della nostra galassia ci fosse un gigantesco buco nero. Si tratta di un corpo celeste con un campo gravitazionale così intenso da non lasciare sfuggire né la materia, né la radiazione elettromagnetica. Oggi 12 maggio 2022 tutto questo è diventato realtà. L’annuncio era ormai atteso da diversi giorni. 

Grazia all’EHT, siga che sta per Event Horizon Telescope, è stato possibile raccogliere dati contemporaneamente da tutto il mondo per diversi anni. Il progetto EHT si avvale infatti di dati raccolti contemporaneamente da otto grandi radiotelescopi sparsi in tutto il mondo, che creano una interforometria virtuale potentissima, pari alle dimensioni della stessa Terra. Il buco nero che si trova al centro della Via Lattea si chiama Sagittarius A

L’annuncio è stato dato in contemporanea in moltissimi Paesi del mondo, Italia inclusa, dove gli italiani hanno potuto ascoltare l’annuncio in diretta anche sui social. Un momento storico per tutta l’umanità. Nella foto resa pubblica dagli scienziati si vede una regione scura circondata da un anello rosso, molto luminoso. Quella colorazione è data dalla materia che si surriscalda prima di cadere all’interno del buco, la zona scura è il cosidetto “Orizzonte degli Eventi”, al cui interno non si sa ancora precisamente che cosa succede. 

La massa di Sagittarius A è 1.500 volte inferiore al buco nero denominato M87, la cui esistenza è stata dimostrata nel 2019, che si trova a 4 milioni di anni luce dalla Terra. Sagittarius invece è relativamente “vicino” al nostro Pianeta, ma non rappresenta un pericolo, trovandosi a “soli” 27.000 anni luce dalla Terra e ha una massa pari a 4 milioni di volte quella del Sole. Il suo diametro è paragonabile all’orbita di Mercurio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Questa è una grande notizia per il mondo intero. Per la prima volta possiamo vedere Sagittarius A, il buco nero che si trova al centro della nostra galassia, la Via Lattea. La sua esistenza era stata teorizzata per decenni, adesso c'è la prova che esiste. Un grande passo per l'umanità intera, l'Universo ha ancora in serbo sicuramente tanti segreti per noi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!