Iscriviti
Venezia

Venezia, perde la causa con l’ex badante: anziano invalido si vede pignorati conto e pensione

La storia di Pietro Nucci, un anziano di 90 anni residente a Venezia, che dopo aver perso la causa con l'ex badante è stato condannato a pagare oltre 8.000 euro alla donna per somme non versate più oltre 2.000 euro di spese processuali.

Cronaca
Pubblicato il 24 dicembre 2021, alle ore 18:17

Mi piace
0
0
Venezia, perde la causa con l’ex badante: anziano invalido si vede pignorati conto e pensione

Quella che arriva da Venezia è una storia che lascia davvero senza parole. Riguarda un anziano 90enne, Pietro Nucci, peraltro anche invalido. L’uomo recentemente è stato condannato a pagare 13.235,39 euro, di cui 8.701,96 all’ex badante di origine moldava che lo accudiva. Secondo quanto dichiarato dalla donna al giudice, lei ha svolto la mansione dal 6 settembre 2009 all’8 maggio 2013 per tutta la settimana lavorando dalle 8:30 alle 21:00.  Tale rapporto di lavoro sarebbe stato svolto senza regolarizzazione

Poi, fino all’8 ottobre 2015 la badante avrebbe proseguito il lavoro con un regolare contratto. La donna si è rivolta quindi ai giudici, che le hanno dato ragione: adesso l’anziano si trova a dover versare delle cifre esorbitanti che ovviamente non ha con sè. L’uomo vive in condizioni di estrema povertà, in un antico fabbricato di via Toniolo, 35, che qualche anno fa è stato venduto ad un prezzo stracciato. Al danno si aggiunge la beffa: l’anziano si è visto il conto e la pensione pignorati. Al mese Nucci percepisce 700 euro di pensione.

Condanna pesantissima

Per l’uomo, come già detto in apertura, vi è stata una condanna pesantissima. Oltre alle 8.701,96 euro, dovrà anche pagare 2.789 euro di spese processuali sostenute dalla controparte. A questi vanno aggiunti Iva, Cpa e spese legali. Per raggiungere l’ammontare della condanna ogni mese Nucci versa 20 euro della sua pensione alla ex badante. 

L’uomo ha sempre sottolineato di aver pagato la donna di volta in volta quando svolgeva le prestazioni, e che lei stessa non avrebbe mai richiesto ricevute che attestassero l’avvenuto retribuzione. Adesso l’anziano non sa davvero più come andare avanti. La sua vicenda è stata riportata anche dal quotidiano Il Messaggero. 

Nucci abita nell’immobile in questione con la formula dell’usufrutto. Nei prossimi giorni si potranno conoscere sicuramente ulteriori dettagli su questa triste vicenda che vede protagonista questo anziano di Venezia. Non si sa e quando il suo conto potrà tornare nuvamente nella sua piena disponibilità.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quella che arriva da Venezia è una storia davvero triste, che ci fa capire come molte persone nel nostro Paese vivano in condizioni di estrema povertà. Per questo bisogna aiutare i più bisognosi. Certo, il gesto dell'ex badante nei confronti dell'anziano è stato assurdo. La cosa forse si poteva risolvere in altri modi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!