Iscriviti
Venezia

Venezia, i professori le sequestrano il cellulare. Studentessa si getta dal primo piano dell’hotel

Una studentessa francese di 12 anni si è gettata dal primo piano dell'hotel dove alloggiava con la sua classe durante una gita scolastica. I professori le avevano requisito il cellulare per il troppo chiasso nelle stanze.

Cronaca
Pubblicato il 14 aprile 2019, alle ore 10:49

Mi piace
5
0
Venezia, i professori le sequestrano il cellulare. Studentessa si getta dal primo piano dell’hotel

L’episodio si è verificato giovedì intorno alle 19 ma i carabinieri di Venezia, che si stanno occupando delle indagini, lo hanno reso noto solo ora.

La classe, di ritorno da un tour a Venezia, era particolarmente agitata, euforica e rumorosa; per questo motivo, i professori hanno deciso di punire gli studenti sequestrando loro il cellulare. A seguito del rimprovero e del sequestro, la ragazzina si è chiusa in bagno, ha aperto la finestra e si è lanciata giù dal primo piano. 

I soccorsi e le indagini

I soccorsi sono intervenuti immediatamente trasportando la ragazza all’ospedale dell’Angelo ma non è in pericolo di vita; qui è stata raggiunta anche dai genitori. Dopo un volo di circa 6 metri, la ragazza ha riportato fratture ed escoriazioni guaribili in alcuni giorni che non sono state indicate come gravi.

Secondo le prime indiscrezioni, non ci sarebbe alcun colpa da parte di adulti nella vicenda. Pare che la ragazzina abbia problemi di instabilità emotiva. La sua condizione, dopo il riprovero e il sequestro del cellulare, l’ha fatta infuriare a tal punto da compiere il gesto.

Le prossime ore saranno dunque decisive per acquisire maggiori informazioni sull’accaduto. Appena le condizioni cliniche lo permetteranno la ragazzina, infatti, sarà interrogata dagli inquirenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - La fragilità degli adolescenti oramai è diventata talmente forte che anche un rimprovero viene interpretato come un atto ingiusto e a cui ribellarsi in maniera insana come in questo caso. Gli insegnanti hanno spesso le mani legate perchè si trovano dinanzi personalità complicate ed instabili. Estrema solidarietà per tutti gli insegnanti che ogni giorno combattono per educare i propri alunni al rispetto e alla correttezza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!