Iscriviti

Varese, l’assurda bravata di due ragazzini: appesi a un treno in viaggio a grande velocità

Due ragazzini si sono aggrappati alle maniglie esterne del treno che viaggiava a grande velocità., tra le stazioni di Mozzate e Carbonate, in provincia di Varese. Una folle corsa che avrebbe potuto avere un tragico epilogo.

Cronaca
Pubblicato il 30 dicembre 2021, alle ore 14:09

Mi piace
0
0
Varese, l’assurda bravata di due ragazzini: appesi a un treno in viaggio a grande velocità

Due ragazzini della provincia di Varese sonio i protagonisti di una bravata che sarebbe potuta costar loro la vita. I due si sono appesi all’esterno di un vagone del treno, afferrando le maniglie, mentre andava ad alta velocità tra le stazioni di Mozzate e Carbonate.

Il capotreno, accortosi di quanto stava accadendo, ha immediatamente fermato il treno, anche se non si sa quale sia il motivo del gesto, forse si è trattato di una prova assurda di coraggio, di una bravata da pubblicare in rete o semplicemente di stupidità, anche se aleggia lo spettro di un altro possibile contest lanciato sui social.

L’accaduto

Anche se ancora non si conosce il motivo del gesto cosi folle, forse alla base c’era una sfida di coraggio o la volontà di girare un video che sarebbe finito sui social. La bravata, in ogni caso, è stata ripresa da un passeggero all’interno del treno e le immagini hanno fatto il giro del web. Sulla base delle prime info raccolte, i due ragazzini, erano appesi alle maniglie esterne del treno, che andava a velocità sostenuta in quel tratto.

Il capotreno li ha notati dal finestrino del vagone e ha detto al macchinista di fermare immediatamente il treno. Una volta fermo, i due sono balzati sulla massicciata e sono corsi via lungo i binari, facendo perdere le loro tracce. Ora le forze dell’ordine stanno visionando le telecamere di sorveglianza della zona, collegate alla centrale operativa di Ferrovie Nord a Saronno, per identificare i due responsabili del folle gesto.

In altre zone d’Italia si siono verificati gesti del genere, soprattutto in Emilia Romagna, dove questo tipo di assurda prova, qualche settimana fa, è stata al centrodelle cronache. Il sospetto è che possa trattarsi dell’ennesimo folle contest lanciato sui social e raccolto dai giovanissimi che non si rendono conto di quello che mettono in pratica.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Un folle gesto che sarebbe potuto costare la vita a questi due ragazzini, inconsapevoli, forse, dei pericoli cui andavano in contro. Mi auguro che non si tratti dell'ennesima sfida estrema lanciata dai social, e che le forze dell'ordine, impegnate a ricostruire l'accaduto, riescano quanto prima a scoprire il movente del gesto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!