Iscriviti

Varese, i due teppisti del treno sono stati denunciati. Ecco il video dei vandali

I carabinieri di Gavirate e la polizia ferroviaria hanno identificato e denunciato i due teppisti in meno di 48 ore. I due giovani hanno provocato danni per diverse migliaia di euro sul convoglio Milano-Laveno di Trenord

Cronaca
Pubblicato il 30 gennaio 2015, alle ore 11:14

Mi piace
0
0

I due vandali che ieri hanno devastato due carrozze di Trenord in servizio tra Milano e Laveno, in provincia di Varese, sono stati finalmente catturati dalla polizia e arrestati. I carabinieri della stazione di Gavirate e la polizia ferroviaria hanno individuato i due balordi dopo che avevano commesso il reato e lo avevano filmato col cellulare postandolo su Youtube.

Nel giro di 48 i due sono stati rintracciati, grazie soprattutto al fatto che i due ragazzi non avevano neanche avuto l’accortezza di coprirsi il volto mentre sfasciavano le carrozze. I due vandali sono due ragazzi che abitano nel Varesotto, uno dei due è di Cittiglio, ha 22 anni ed è disoccupato di Cittiglio, mentre l’altro è di Cuveglio ed è uno studente di 18 anni.

Dopo che si erano divertiti a rompere le carrozze i due vandali si erano dati alla fuga per non farsi catturare, ma prima hanno tirato di colpo il freno d’emergenza ed erano scesi dal treno prima che arrivasse sul posto il personale di Trenord, che era stato avvisato dagli altri passeggeri. Per fortuna i carabinieri, dopo un’indagine accurata, sono risaliti all’identità dei due teppisti, soprattutto grazie alla testimonianza di una ragazza che viaggiava con loro prima che accadesse il fattaccio e che è stata pure identificata.

Della banda fa parte anche un altro ragazzo, ma la polizia non ha denunciato né lui né la ragazza. Secondo un primo resoconto fatto da Trenoord in quattro minuti i due vandali hanno rovinato le carrozze e provocato danni che si aggirano attorno a diverse migliaia di euro, che adesso dovranno essere riparate.

Ecco i commenti dell’azienda: Siamo estremamente soddisfatti per la riuscita di questa indagine e desideriamo congratularci per la rapidità con i carabinieri, supportati ininterrottamente dalla nostra Security, hanno individuato i responsabili dell’atto vandalico compiuto a bordo di un nostro treno. Lo dobbiamo alla tranquillità dei nostri clienti e alla serenità dei nostri colleghi che trascorrono una parte significativa della loro vita in treno. Ora auspichiamo una pena esemplare, a cui affiancheremo una congrua richiesta di risarcimento danni”.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!