Iscriviti

Varese, 22enne violentata sul treno ed una molestata: due arresti

Sul treno delle 22, una ragazza è stata violentata da due uomini mentre rientrava a casa da lavoro. Tutto è successo in pochi minuti e la vittima ha deciso di raccontare il suo incubo.

Cronaca
Pubblicato il 6 dicembre 2021, alle ore 19:26

Mi piace
0
0
Varese, 22enne violentata sul treno ed una molestata: due arresti

Una 22enne stava rientrando a casa dopo una giornata di lavoro. Salita sul treno delle 22, della tratta Milano-Varese, in una carrozza deserta, stava guardando il cellulare, quando due uomini sono apparsi all’improvviso. “Non ho neanche avuto il tempo di sentirli“, ha dichiarato la giovane al Corriere della Sera.

Bloccata e strattonata, è stata costretta a subire una violenza sessuale e rapinata di quanto aveva nella borsa, per poi essere salvata dall’arrivo del capotreno che ha messo in fuga i due violentatori e dato l’allarme.

La vicenda

I due avrebbero cercato di violentare anche un’altra ragazza, seduta nella sala d’attesa della stazione, palpeggiandola e molestandola, visibilmente euforici, sotto effetto di alcool e droga. In questo caso, la ragazza è riuscita a scappare in tempo, raggiungendo una strada trafficata per chiedere aiuto, per poi chiamare le forze dell’ordine.

Entrambe le ragazze hanno fornito la stessa dettagliata descrizione dei loro aggressori e oggi i carabinieri hanno bloccato i due presunti stupratori, un italiano e un marocchino, in un appartamento nel quale era in corso una festa. Sono stati i condomini a chiamare il 112, infastiditi dalla musica ad alto volume e dagli schiamazzi.

I militari giunti sul posto, hanno messo le manette ai due, identificati come i presunti stupratori. Fondamentali, per l’arresto, le testimonianze rilasciate dalle due ragazze aggredite, trasportate all’ospedale Dal Ponte di Varese, dove sono state medicate e supportate, in forte stato di choc, determinante il ruolo delle immagini delle telecamere di sorveglianza installate nelle stazioni della tratta ferroviaria.

Dopo le due violenze sessuali di venerdi sera, l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale, Riccardo De Corato ha affermato che la polizia ha già attivato dei servizi di controllo sulla linea Laveno-Treviglio e li potenzierà sulle altre linee. Intanto le indagini proseguono per roicostruire l’esatta dinamica dei fatti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Le violenze sulle donne sono all'ordine del giorno e spero, con tutto il cuore, che le istituzioni possano intervenire con sanzioni elevate, oltre che col carcere, per porre fine a questi reati che non permettono alle ragazze neppure di poter utilizzare un mezzo di trasporto pubblico per recarsi sul posto di lavoro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!