Iscriviti
Milano

Unicorno nel centro di Milano: Pride 2019

L'unicorno bianco è stato avvistato negli ultimi giorni nel centro di Milano. Aveva il compito di pubblicizzare il pride che si è tenuto sabato 29 giugno. Il messaggio che questa creatura magica voleva diffondere è: "I diritti. Se ci credi, diventano realtà".

Cronaca
Pubblicato il 29 giugno 2019, alle ore 22:15

Mi piace
20
1
Unicorno nel centro di Milano: Pride 2019

Già da diversi giorni l’unicorno era stato visto circolare in vari luoghi della capoluogo lombardo: nei pressi del Parco Sempione, vicino al Parco Montanelli e in altre famose zone della città. Ciò che per giorni è stato un mistero, si è rivelata una campagna pubblicitaria lanciata da Acqua Vitasnella proprio in occasione del pride che si è tenuto sabato 29 giugno.

Gli unicorni, così come le bandiere arcobaleno, sono diventate con il passare degli anni, il vero e proprio simbolo della comunità LGBT e per questo utilizzati dalla multinazionale alimentare per lanciare e far circolare il messaggio della campagna: “I diritti. Se ci credi, diventano realtà”.

La parata è iniziata poco dopo le ore 16, partendo da piazza Duca d’Aosta in stazione Centrale per dirigersi verso piazza Venezia, dove l’evento si concluderà con un concerto, che conta moltissimi ospiti tra i quali Baby K. Come previsto, si è trattato di un’edizione record, con oltre 250mila partecipanti. In occasione di questo evento anche il palazzo del comune, Palazzo Marino, si è illuminato con i colori della bandiera arcobaleno.

Il Milano Pride si svolge tutti gli anni ed è definito dagli stessi organizzatori “la manifestazione dell’orgoglio delle persone gay, lesbiche, bisessuali, transessuali, asessuali, intersessuali e queer. Una straordinaria festa di libertà resa possibile dal lavoro congiunto di istituzioni pubbliche, associazioni e realtà commerciali oltre che, naturalmente, dalla partecipazione di migliaia di persone”.

Infatti sono tante le multinazionali, ma anche le aziende e i negozi locali che hanno voluto contribuire e supportare il Pride, ovviamente anche a fini commerciali. Per esempio, Vitasnella ha lanciato “Linfa Unicorno”, che sarà distribuita gratuitamente durante il corteo pomeridiano, Deliveroo la “Special rainbow cake”, la Feltrinelli ha promosso la vendita di raccolte bibliografiche a tema LGBT, Burger King ha messo in commercio il panino dell’inclusione e, infine, molti ostelli locali come Ostello Bello Grande, hanno offerto numerosi sconti ai partecipanti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sara Zompa

Sara Zompa - Mi sarebbe piaciuto partecipare a un evento del genere: l'organizzazione è sempre davvero spettacolare e, cosa più importante, si combatte per una buona causa. La gente ha bisogno di proteste del genere, perché più se ne parla, più le persone con una mentalità più chiusa percepiranno l'omosessualità come una cosa del tutto normale, così come dovrebbe essere. L'amore è amore.

Lascia un tuo commento
Commenti
Claudia Marinescu
Claudia Marinescu

30 giugno 2019 - 13:04:49

L’importante è amare... ????????????

0
Rispondi