Iscriviti

Un parto a tempo di musica per una neomamma in Puglia

È successo a Gallipoli, in provincia di Lecce, dove una mamma ha affrontato un parto difficile a suon di balli latino americani con un bel finale hard rock, per aiutare il piccolo prematuro che era a rischio.

Cronaca
Pubblicato il 27 novembre 2019, alle ore 14:20

Mi piace
7
0

È successo all’ospedale di Gallipoli dove una donna, che aveva iniziato il travaglio con un mese di anticipo, è riuscita a portare a termine il parto in maniera felice grazie all’intervento non convenzionale da parte di un’ostetrica.

Il bambino non si era ancora posizionato in maniera ottimale e dunque il parto poteva avere un brutto esito. La ragazza si era presentata al pronto soccorso ed è stato sin da subito evidente che c’erano dei problemi nell’orientamento della testa all’interno del bacino.

Un’ostetrica non convenzionale

L’ostetrica non si è fatta prendere dal panico ed ha iniziato un approccio di riorientamento del piccolo utilizzando una palla per esercizi; visto però che la situazione non migliorava abbastanza rapidamente, la donna – molto esperta e non nuova a queste trovate – ha pensato di proporre alla partoriente una bella sessione di balli latino-americani che con il movimento del bacino avrebbero favorito l’orientamento del nascituro.

Quando la situazione si è normalizzata, si è quindi passati alla sala parto dove le cose sono proseguite. La ragazza, infatti, aiutata dall’ostetrica, ha iniziato a cantare a squarciagola un pezzo del gruppo rock Goo Goo Dolls per aiutarsi nello sforzo e darsi coraggio.

Insieme al medico e a tutto lo staff, divertiti dalla situazione, la ragazza ha proseguito a cantare per tutta la durata del parto, dando alla luce un bambino sano e senza gravi conseguenze. Non è la prima volta che in questo ospedale viene adottata questa tecnica del tutto naturale e, a quanto pare, molto efficace.

Le tecniche non convenzionali che possono rivelarsi molto utili durante la fase del parto sono ormai all’ordine del giorno e questa volta è andato tutto molto bene. Per fortuna adesso si usano moltissime tecniche innovative e particolarissime per aiutare le donne nel momento più difficile e questo parto è la dimostrazione che un approccio non convenzionale può essere davvero la soluzione.

FONTE VIDEO: Facebook / Comitato Ospedale di Gallipoli

Cosa ne pensa l’autore
Marco Barsanti

Marco Barsanti - Alla fine il ballo latino americano, che è pensato come una serie di movimenti sensuali del bacino, si dimostra uno strumento utilissimo anche in sala parto, permettendo alle donne di dar alla luce in maniera naturale, e tutto sommato con un ottimo risultato, i loro piccoli. Sono molto contento per questa neomamma e spero che sempre più donne e sempre più ostetriche possano approfittare di queste soluzioni per aiutare e favorire la salute dei nascituri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!