Iscriviti
Milano

Un francobollo celebra i 160 anni della Riso Gallo

E lo farà il prossimo 3 ottobre per celebrare i suoi centosessanta anni di fondazione e di attività che, ancora oggi, identificano la Riso Gallo come una delle migliori aziende del settore.

Cronaca
Pubblicato il 30 settembre 2016, alle ore 20:03

Mi piace
5
0
Un francobollo celebra i 160 anni della Riso Gallo

Nella pubblicità un gallo cantava il suo “chicchirichi” dicendo più o meno “chicchi ricchi di felicità”. Ora lo stesso simpatico animale ha un motivo in più per essere contento: avrà l’onore di vedersi immortalato a perenne memoria in uno dei francobolli italiani che il Ministero dello Sviluppo Economico ha deciso di emettere come da programma dell’anno in corso.

Il tutto avverrà a partire da giorno 3 ottobre quando, presso tutti gli sportelli filatelici, dovrebbe essere posto in vendita proprio un francobollo dedicato alla famosa azienda alimentare che del gallo porta il nome. Stiamo parlando della Riso Gallo, un’azienda fondata a Genova nel 1856 che attualmente ha sede principale a Robbio (PV).

Il valore sarà celebrativo ed appartenente alla serie tematica “le Eccellenze del sistema produttivo ed economico”, tema sinceramente un po’ troppo sfruttato per varie occasioni, basti pensare che, solo in questi giorni, abbiamo già avuto altre emissioni in tema (per esempio, tra l’alimentare, con il Biscottifico Mattei di Prato, e tra gli industriali, con la Impregilo Salini).

In questa, dicevamo, si festeggia l’azienda Riso Gallo, che è arrivata al traguardo delle 160 candeline nella propria “torta di compleanno”.

Il francobollo, dal costo di 95 centesimi, è, come sempre, stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato in formato autoadesivo ed è racchiuso in fogli da ventotto pezzi per una tiratura complessiva di ottocentomila dentelli.

Il soggetto sarà il marchio storico della Riso Gallo, affiancato dal logo attuale della prestigiosa industria risiera italiana, con – in primo piano – un particolare dell’antica fabbrica di Genova del 1856 e, a destra, una ciotola di riso con una spiga.

A curare il bozzetto, la firma di Anna Maria Maresca.

I prodotti correlati per l’occasione, come sempre, sono il bollettino descrittivo che – in questo caso – vedrà il commento a firma di Carlo Preve, Amministratore Delegato Riso Gallo S.p.a, e l’annullo speciale del primo giorno di emissione che sarà posto in uso presso lo “Spazio Filatelia” di Milano, sito in Via Cordusio 4.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Triolo

Antonio Triolo - Un nuovo francobollo per festeggiare un’azienda che da tanto tempo è diventata una sorta di patrimonio dell’economia italiana. Poste ed il Ministero dello Sviluppo Economico, da tempo, sembrano essere colpite in modo positivo, forse, da celebrazioni di queste società che, nel bene o nel male, hanno partecipato alla creazione dell’Italia. In questo caso, si festeggia la Riso Gallo S.p.a che, da 160 anni, finisce quotidianamente nei piatti delle case di chissà quante famiglie in tutto il territorio nazionale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!