Iscriviti

Ultraleggero colpisce i cavi dell’alta tensione e precipita vicino casa, morto il pilota 80enne

L'80enne Francesco Nencini ha colpito i cavi dell'alta tensione partendo con l'elicottero ultraleggero dalla sua casa, precipitando a terra. Tra i primi a soccorrerlo il figlio che abitava vicino al padre, ma per lui non c'è stato niente da fare.

Cronaca
Pubblicato il 15 gennaio 2023, alle ore 17:41

Mi piace
1
0
Ultraleggero colpisce i cavi dell’alta tensione e precipita vicino casa, morto il pilota 80enne

Ascolta questo articolo

Tragedia a Prato, dove un uomo di 80 anni è morto dopo che l’ultraleggero che stava pilotando ha colpito i cavi dell’alta tensione. È avvenuto nel primo pomeriggio di sabato 14 gennaio, quando Francesco Nencini, ex imprenditore tessile ora in pensione, stava ripartendo con l’elicottero dalla sua casa intorno alle ore 16.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo era partito la mattina con l’elicottero dal campo di volo di Santonuovo, a Quarrata, per poi atterrare in un campo vicino alla propria casa intorno all’ora di pranzo. Nel pomeriggio, quando Nencini ha cercato di decollare, sarebbe rimasto incagliato nei cavi dell’alta tensione, precipitando in un campo ed evitando fortunatamente le abitazioni presenti nei dintorni.

Tra i primi ad accorrere sul luogo della tragedia i parenti dell’uomo, tra i quali uno dei due figli della vittima, che vive vicino al padre, ed il cane di Nencini, che è rimasto a lungo vicino ai rottami in cerca del padrone. I familiari sono riusciti ad estrarre l’uomo dal mezzo, nonostante il rischio dovuto alla fuoriuscita di carburante dall’elicottero.

Poi l’intervento dei soccorsi, con l’arrivo degli operatori del 118, i carabinieri, i vigili del fuoco e la polizia municipale. Nonostante i tentativi di rianimazione dei sanitari, per l’uomo non c’è stato niente da fare. I tecnici dell’Enel hanno poi lavorato sul posto per mettere in sicurezza la linea, per la quale sarà necessaria la sostituzione del cavo danneggiato.

La vittima era un esperto di volo, una delle sue più grandi passioni, ed era il proprietario dell’ultraleggero. Dai primi accertamenti, pare che questo particolare tipo di velivolo non abbia bisogno di autorizzazione al decollo, ma che serva solo la licenza per l’utilizzo. Dato che questo modello di ultraleggero ha la possibilità di atterrare ovunque, previa l’autorizzazione dei proprietari della superficie, non c’è piano di volo, né scatola nera.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Una tragedia allucinante, peggiorata dal fatto che sia successa proprio fuori dalla sua casa e che le prime persone ad intervenire siano state proprio i suoi parenti. Condoglianze alla famiglia della vittima, fortunatamente almeno non sono rimaste coinvolte altre persone in questo incidente, se fosse precipitato su alcune abitazioni sarebbe stato ancora più tragico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!