Iscriviti

Udine, 16enne trovata senza vita nei bagni della stazione

Una studentessa classe 2002 è stata trovata senza vita nei bagni della stazione di Udine; questa è la notizia che ha risvegliato tutta la città sconvolta. E' allarme per la presunta causa della morte.

Cronaca
Pubblicato il 4 ottobre 2018, alle ore 10:22

Mi piace
2
0
Udine, 16enne trovata senza vita nei bagni della stazione

Aveva appena 16 anni la giovanissima ragazza ritrovata priva di vita in un bagno della stazione dei treni di Udine. Il suo corpo è stato ritrovato ieri, mercoledì 3 ottobre, nel tardo pomeriggio, dopo che un amico, che era in sua compagnia, ha lanciato l’allarme in lacrime. Da qui è partita l’indagine.

E’ stato il suo amico ha consegnare alla Polizia il numero del padre di A., la 16enne ritrovata morta all’interno del bagno, perchè facessero quella terribile chiamata che nessun genitore vorrebbe mai ricevere. Dopo il ritrovamento, sono iniziate le indagini degli investigatori per fare chiarezza su quanto accaduto; hanno controllando con accuratezza il bagno e tutta la stazione.

Le indagini

Nonostante siano stati chiamati gli operatori del 118, per la ragazza non c’era già più nulla da fare, ed il medico ha potuto solo constatare il decesso della 16enne. Una morte davvero tragica che sembrerebbe avere collegamenti con il mondo della droga, gettando ancora più nello sconforto l’intera città, allarmata per i loro giovani.

Secondo quanto è stato riportato dal governatore della Regione, Massimiliano Fedriga, tenuto costantemente aggiornato sulla vicenda dal questore di Udine, Claudio Cracovia, si tratterebbe di overdose da eroina. Fedriga però non si limita a commentare in questo modo il terribile fatto, ma sottolinea di come in un momento come questo, non si debba solo procedere all’indagine nel modo più veloce ma soprattutto preciso ed accurato, ma bisogna prima di tutto rispettare il lutto di una famiglia che si ritrova di fronte ad un momento terribile. Ed è in questo modo che esprime la sua vicinanza alla famiglia della 16enne e a tutti coloro che la conoscevano e le volevano bene.

La promessa del sindaco di Udine

Anche il sindaco di Udine, Pietro Fontanini, ha voluto parlare di questa terribile storia, facendo una promessa davvero importante ai suoi concittadini. Il primo cittadino ha affermato che nel caso fosse confermata la triste causa della morte per eroina, sarà per primo il Comune di Udine ad impegnarsi per aumentare le politiche indirizzate ai giovani, puntando proprio sulla sensibilizzazione contro l’uso di sostanze mortali come le droghe.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Questa ragazza aveva appena 16 anni e conosceva già il mondo della droga e dell'eroina, tanto da arrivare a morire alla sua giovanissima età per overdose. Rispetto molto il sindaco di Udine che si vuole impegnare ad aumentare le politiche della Regione per la sensibilizzazione dei giovani di queste sostanze. In questo modo si possono fare dei piccoli passi verso il cambiamento e l'aiuto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!