Iscriviti
Napoli

Uccisa e fatta a pezzi dal figlio: trovata la testa di Eleonora Di Vicino

Grazie all'uso di un drone, sono state trovate altre parti del corpo di Eleonora Di Vicino, uccisa e fatta a pezzi a Napoli dal figlio, ora in stato di fermo per omicidio. Trovata la testa della povera donna.

Cronaca
Pubblicato il 14 settembre 2021, alle ore 16:18

Mi piace
0
0
Uccisa e fatta a pezzi dal figlio: trovata la testa di Eleonora Di Vicino

I carabinieri hanno trovato altri pezzi del corpo di Eleonora Di Vicino, la donna 85enne fatta a pezzi dal figlio, Eduardo Chiarolanza, sottoposto, nei giorni scorsi, a fermo per omicidio, occultamento e soppressione di cadavere. 

I resti, in particolare la testa, staccata con una sega, sono stati trovati durante le ricerche che vanno avanti senza sosta dallo scorso 9 settembre, ossia dal giorno in cui du ritrovata una busta con parti del corpo della donna, abbandonata in un’area di campagna lungo la Marano-Pianura, la strada che collega il quartiere della periferia ovest di Napoli col comune limitrofo, attraverso l’ausilio dei droni. 

Le indagini 

L’8 settembre l’altro figlio della vittima, che vive in un’altra regione, ha telefonato a casa, chiedendo di poter parlare con la madre ma Chiarolanza gli avrebbe risposto che non era possibile perchè la madre era morta, aggiungendo che lui l’aveva fatta a pezzi e aveva fatto sparire il corpo. L’uomo, il giorno dopo, era tornato a Napoli, trovando in casa tracce compatibili con l’omicidio. 

A quel punto, aveva allertato i carabinieri, che avevano bloccato il fratello. Chiarolanza, solo dopo un lungo interrogatorio, in tarda serata, ha ammesso di aver sezionato la madre, indicando il luogo dove si era sbarazzato di parte dei resti ossia degli arti e del tronco. Ma nella sua versione non parlava di uccisione, bensì di morte per cause naturali. 

Gli inquirenti la pensano diversamente, ritenenendo che sia lui il responsabile dell’omicidio e, come sempre, la parola sarà lasciata all’autopsia. le attività investigative che ora mirano a fare piena luce sullo stato di salute mentale dell’uomo. Da accertare il movente e anche le ragioni che spinsero il fratello di Eduardo a lasciare l’abitazione di famiglia. E’ certo che la macabra scoperta del cadavere mutilato della povera Eleonora ha davvero tanti misteri irrisolti. Sarà compito degli inquirenti ricostruire quanto è accaduto a questa povera donna. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Non c'è morte più orribile che essere uccise e fatte a pezzi dal figlio, sangue del tuo sangue, quello per cui ogni madre darebbe la propria vita. Esigo che su questo caso di cronaca nera, tra i più efferati degli ultimi tempi, venga fatta la massima chiarezza e che l'assassino marcisca in carcere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!