Iscriviti

Trieste, studentessa fuma durante la ricreazione e perde i sensi. In manette 23enne afghano

Una studentessa ha fumato durante la ricreazione una "sigaretta" contenente della droga; poco dopo ha perso i sensi. Finito in manette un afghano con precedenti.

Cronaca
Pubblicato il 27 febbraio 2019, alle ore 13:14

Mi piace
4
0
Trieste, studentessa fuma durante la ricreazione e perde i sensi. In manette 23enne afghano

Una 15enne si è accasciata a terra mentre si svolgeva la ricreazione nel giardino della scuola; era il 10 gennaio. L’adolescente aveva da poco fumato una sigaretta “rollata” a scuola.

Da qui sono iniziate delle indagini da parte della sezione Antidroga della Squadra Mobile di Trieste, che lunedì hanno portato ad arrestare e mettere in custodia cautelare, un afghano di 23 anni. Lo spacciatore, classe 1996, aveva già dei precedenti penali specifici; quando gli agenti della Squadra Speciale hanno perquisito la sua abitazione hanno trovato 193 dosi di hashish, corrispondenti a 50 grammi della sostanza.

Il fatto

Lo svenimento dell’adolescente ha suscitato grande paura e preoccupazione a scuola. La 15enne si trovava a scuola a Trieste e, durante la ricreazione, stante alle ricostruzioni del fatti e alle testimonianze, avrebbe “rollato” una sigaretta contenente della droga.

Allarmati subito i soccorsi, la ragazza è stata portata d’urgenza in ospedale e, la sezione Antidroga della Squadra Mobile di Triste, ha iniziato le indagini per scoprire chi fosse lo spacciatore che ha venduto la dose fatale per la ragazza.

Le indagini degli agenti, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, guidata dal Procuratore Capo dott. Carlo Mastelloni, hanno portato all’identificazione del colpevole: un richiedente asilo di origine afghana con precedenti penali in spaccio di stupefacenti. Dopo aver individuato l’abitazione del giovane, gli agenti hanno effettuato un sopralluogo che permesso di sequestrare altri 50 grammi di hashish, corrispondenti ad almeno 193 dosi. Nella giornata di lunedì, il G.I.P. di Trieste ha approvato la richiesta del P.M. incaricato del caso per procedere con l’arresto di S.H.I. .

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Fortunatamente la ragazza ora sta bene, e non ci sono vittime. Ma vorrei fare un appello sincero a tutti i giovanissimi che per vari motivi sentono la necessità di fumare sostanze che mettono a rischio la loro vita. Smettetela di dire "non succederà a me", perchè il malore improvviso e la morte che tanto vi sembra lontana, può succedere a chiunque.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!