Iscriviti

Trieste, nuova manifestazione anti Green Pass: 8.000 in strada, tensione con la Polizia

Momenti di tensione tra manifestanti e forze dell'ordine si sono verificati questo pomeriggio a Trieste, nell'ennesima manifestazione contro il certificato vaccinale Covid. La città è tra quelle con il più alto numero di contagi Covid in Italia.

Cronaca
Pubblicato il 6 novembre 2021, alle ore 19:06

Mi piace
0
0
Trieste, nuova manifestazione anti Green Pass: 8.000 in strada, tensione con la Polizia

Nonostante Trieste sia divenuta tra le città con il più alto numero di contagi per Covid-19, questo pomeriggio circa 8.000 persone sono scese in strada per manifestare nuovamente contro il Green Pass, la certificazione verde Covid-19 che permette di entrare in tante attività, compreso il posto di lavoro. La manifestazione è cominciata in maniera tranquilla, ma poi 200 persone hanno tentato di forzare il cordone della Polizia per poter entrare in Piazza Unita d’Italia. 

A quel punto alcuni facinorosi hanno cercato di spingere in avanti le transenne in modo da far arretrare il cordone di forze dell’ordine. Una giornalista della trasmissione “Italia Sì” di Rai 1 è stata aggredita e strattonata da un gruppo di persone, le quali hanno reagito violentemente quando i poliziotti l’hanno fatta passare all’interno della piazza in modo da poter svolgere tranquillamente il suo lavoro. La piazza è stata poi immediatamente blindata.

Questura minaccia arresti

A Trieste già da questa mattina l’allerta per il corteo dei No Green Pass era alta, e le forze dell’ordine hanno transennato alcune zone. Il sindaco ha imposto che durante la manifestazione dovevano essere utilizzate mascherine e anche il distanziamento sociale, mentre la Questura ha minacciato arresti se la situazione dovesse generare. 

Nel capoluogo ancora una volta non si è trovata la quadra tra organizzatori e Questura: le autorità hanno imposto un percorso ai manifestanti, questo in modo da non bloccare il traffico e non creare disagio alle attività commerciali. Oltre al problema degli assembramenti a Trieste c’è, purtroppo, anche quello del Covid-19.

Come già detto in apertura la città è diventata uno dei capoluoghi di provincia italiani con il più alto numero di infezioni giornaliere. La situazione viene tenuta sotto costante controllo dalle autorità. Il focoalio maggiore pare sia scaturito proprio dopo le manifestazioni No Green Pass delle scorse settimane. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una situazione davvero grave quella che si sta verificando a Trieste in questo periodo, dove i No Green Pass e No Vax stanno continuano a protestare. Loro vogliono l'abolizione del pass vaccinale, ma si deve capire che la pandemia sta ricominciando a crescere anche nel nostro Paese, e ci vogliono misure di contenimento adeguate. Chiudere tutto sicuramente no, il pass vaccinale però sembra un'ottimo compromesso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!