Iscriviti

Tricase e Leverano: auto in fiamme nella stessa notte. La storia si ripete

Atti vandalici o guasti agli impianti elettrici? Sono in corso le indagini per scoprire le cause che hanno portato alla completa distruzione delle autovetture di due abitanti salentini.

Cronaca
Pubblicato il 12 gennaio 2018, alle ore 17:04

Mi piace
10
0
Tricase e Leverano: auto in fiamme nella stessa notte. La storia si ripete

Come accadde un mese fa – precisamente lo scorso 16 Dicembre, quando due incendi divampati nella stessa notte hanno distrutto le autovetture di due abitanti, uno di Tricase e l’altro di Arnesano – questa mattina si è ripetuto lo stesso fatto, interessando questa volta, oltre al comune di Tricase (situato a 53,4 km dal capoluogo provinciale), anche quello di Leverano.

Proprio come accaduto lo scorso mese quindi – quando è andata in fumo l’utilitaria di una casalinga del posto, intorno alle 23, in via Castelli a Tricase e quella di un abitante di Arnesano a pochi minuti di distanza – questa mattina intorno alle ore 5:00 è stata completamente distrutta dalle fiamme una Dacia Duster parcheggiata in via Dei Pellai, intestata a un pensionato del posto di 78 anni.

Le fiamme sfortunatamente hanno anche danneggiato e annerito la facciata dell’abitazione adiacente, facendo poi esplodere la vetrina del vicino supermercato.

Per spegnere le fiamme, sul posto sono giunti immediatamente i vigili del fuoco del distaccamento locale che hanno poi provveduto a chiamare i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia del posto, per provvedere ai primi rilievi.

Secondo le prime indagini, ma tutto ciò verrà poi smentito o confermato quando verranno visionate le telecamere delle abitazioni e attività vicine, sembrerebbe purtroppo che, anche in questo caso – proprio come il mese scorso – dietro il rogo vi sia una matrice dolosa.

Più o meno alla stessa ora poi, però nel comune di Leverano (ubicato sulla fertile pianura dell’entroterra ionico-salentino), un secondo rogo ha bruciato l’autovettura – precisamente una Opel Vectra – di un 37enne disoccupato, parcheggiata in via Marconi.

In questo caso, le fiamme hanno danneggiato anche una Skoda in sosta nelle vicinanze.

Anche qui è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Veglie e dei militari della stazione locale i quali, contrariamente a quanto sospettato per il rogo tricasino, non si sono ancora sbilanciati circa la natura dell’accaduto.

Ovviamente, ora si dovrà cercare anche di capire se i quattro fatti – quelli che hanno interessato Tricase e Arnesano, e quelli che ha coinvolto Tricase e Leverano – siano in qualche modo legati tra loro, e se l’uomo sospettato di aver appiccato il primo incendio a Tricase (lo scorso Dicembre in via Castelli) sia anche l’artefice degli altri roghi oppure no.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sonia Verardo

Sonia Verardo - Come si può avere il coraggio di dare fuoco ad un'autovettura, rischiando di danneggiare seriamente anche gli abitanti e i mezzi limitrofi? Spero vivamente si tratti solo di una coincidenza perché, se così non fosse, è davvero triste pensare di essere "nelle mani" di piromani capaci di simili atti pensati e studiati alla perfezione. Ma dove arriveremo?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!