Iscriviti

Treviso, muore annegato nel fiume dopo aver salvato la figlia

La tragedia nella giornata di ieri a Pederobba, in provincia di Treviso. Una ragazzina stava facendo il bagno nel Piave, quando all'improvviso ha avuto difficoltà a rimanere a galla. Il padre si è gettato in acqua per salvarla, annegando poco dopo.

Cronaca
Pubblicato il 3 luglio 2021, alle ore 12:14

Mi piace
0
0
Treviso, muore annegato nel fiume dopo aver salvato la figlia

Un uomo è annegato nel fiume Piave nella giornata di ieri dopo aver salvato sua figlia che non riusciva più a rimanere a galla. La tragedia si è verificata a Pederobba, in provincia di Treviso. Vista la bella giornata, padre e figlia avevano deciso di recarsi sulle sponde del fiume per un bagno rinfrescante, quando all’improvviso la ragazzina non è più riuscita a rimanere a galla. Vista la situazione di pericolo, il padre non ha esitato a tuffarsi in acqua, e ha raggiunto la figlia a nuoto. Grazie all’aiuto del papà la giovane è riuscita a raggiungere l’altra sponda del fiume.

Lui però è andato in difficoltà, cominciando ad annaspare in acqua. A dare l’allarme è stato un testimone che ha assistito alla scena. I soccorsi sono giunti immediatamente, ma quando sono arrivati l’uomo era già scomparso sott’acqua. Sono state ore di ricerca intense, in quanto era complicato individuare il corpo sotto al fiume. Il corpo ormai esanime del padre della ragazzina è stato trovato qualche ora dopo di Vigili del Fuoco nei pressi dell’Industria cementi Rossi.

La vittima è un tunisino

Secondo quanto riferiscono i media locali la vittima è un 54enne tunisino residente a Caerano San Marco. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine, che hanno effettuato i rilievi del caso. Sono ancora tutte da stabilire con precisione le cause del decesso dell’uomo. Molto probabilmente è morto per annegamento o in seguito ad un malore.

Tantissimo il dolore per la figlia, che ha visto il papà perire sotto ai suoi occhi dopo averle salvato la vita. Le indagini su questo delicato caso di cronaca continueranno anche nei prossimi giorni. Per motivi di privacy le generalità della vittima non sono state rese note, questo anche per proteggere l’identità dei famigliari, ora distrutti dal dolore. 

Nelle prossime ore potranno conoscersi sicuramente ulteriori dettagli su questo episodio avvenuto nel trevigiano. Quello che si è verificato a Pederobba non è l’unico episodio del genere che accade nel nostro Paese. Ogni anno, specie in estate, sono moltissime le persone che perdono la vita in queste tragiche circostanze. 

 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Questi episodi ci fanno capire di quanto bisogna stare attenti quando ci si trova in uno specchio d'acqua, sia al mare, al lago o nei fiumi. Le tragedia possono avvenire tutto ad un tratto. Si ricorda che per le emergenze in mare è attivo il numero 1530 della Guardia Costiera. Un dramma che lascia davvero senza parole quello accaduto a Pederobba.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!