Iscriviti

Treviso, diceva ai bambini che il Covid non esiste: docente ricoverata in terapia intensiva

Si tratta di una insegnante di una scuola elementare, Sabrina Pattarello, sospesa lo scorso gennaio dopo aver sposato teorie negazioniste. Il licenziamento avvenne comunque a causa della mancanza di un titolo di studio, era convinta negazionista.

Cronaca
Pubblicato il 17 settembre 2021, alle ore 15:01

Mi piace
0
0
Treviso, diceva ai bambini che il Covid non esiste: docente ricoverata in terapia intensiva

Era convinta che il Covid-19 fosse tutta un’invenzione e, cosa anche peggore, insegnava queste sue teorie negazioniste ai bambini della scuola elementare dove prestava servizio. La vicenda arriva da Treviso. La maestra, Sabrina Pattarello, adesso ha contratto il coronavirus Sars-CoV-2 e si trova ricoverata in gravissime condizioni presso l’ospedale di Mestre in terapia intensiva. La donna ha partecipato a numerose manifestazioni no-vax.

A settembre del 2020 partecipò ad una manifestazione negazionista in Prato della Valle a Padova. Accusava i giornalisti di essere “corrotti e falsi”, ritenendo falsi anche i numeri dei bollettini giornalieri emanati dalle autorità sanitarie italiane. Teorie pericolose, che potevano far presa nei bambini. Alcuni genitori allora lanciarono l’allarme e la scuola si attivò immediatamente per circostanziare i fatti. Dai relativi controlli emerse che l’insegnante non aveva un titolo fondamentale per poter insegnare, ovvero l’assenza di un diploma magistrale, per cui da lì derivò il suo licenziamento. 

La docente e le teorie negazioniste

“Vi avviso, tutti quelli che si vaccineranno moriranno” – così sosteneva la docente. La situazione nella scuola è diventata talmente tanto seria che lo stesso sindaco di Treviso, Mario Conte, si recò a scuola per verificare di persona quanto accadesse nel plesso scolastico. Da lì si decise di fare una segnalazione al Prefetto e di aprire il relativi procedimento disciplinare contro la docente. 

La donna aveve tentato di placare le acque tramite alcune giorni di malattia, tentando l’escamotage della visiera per rimettere piedi in classe. Ma ormai, come spiega Repubblica, il rapporto con i genitori degli alunni si era incrinato molto e questi ultimi non avevano quindi più fiducia nei suoi confronti.

Nelle prossime ore potranno sicuramente conoscersi ulteriori dettagli su questo episodio che vede coinvolta questa docente. Purtroppo le teorie negazioniste sulla pandemia stanno prendendo sempre più piede e sono pericolosissime per l’opinione pubblica. Le autorità vigilano su questo fenomeno. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire di quanto possano essere pericolose le teorie di negazionismo sulla pandemia di Covid-19. Si tratta di una malattia che può uccidere anche le persone sane e non è di certo, come dicono molti, una malattia simile all'influenza. Si tratta di un patogeno che può colpire anche più organi. Vaccinarsi è molto importnate: facciamolo tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!