Iscriviti

Trento, giovane studente muore per malore improvviso 10 giorni dopo il vaccino

Traian Calancea aveva 24 anni, era sano ma è stato stroncato da un malore improvviso. La madre non crede alla fatalità e chiede venga disposta l'autopsia che accerti se la causa sia il vaccino inoculatogli il 10 ottobre

Cronaca
Pubblicato il 25 ottobre 2021, alle ore 14:25

Mi piace
0
0
Trento, giovane studente muore per malore improvviso 10 giorni dopo il vaccino

Uno studente della facoltà di Economia e Commercio di Trento è morto improvvisamente, senza alcuna malattia pregressa che potesse far presagire il tragico evento. Sembrerebbe essere stato un arresto cardiaco ad aver messo fine alla giovane vita di Traian Calancea: ora la madre cerca risposte.

Traian aveva 24 anni, era di origine moldava e lavorava in un’agenzia immobiliare per mantenersi gli studi; era uno sportivo, appassionato di calisthenics e istruttore di kickboxing, non aveva problemi di salute. Mercoledì il suo corpo privo di vita è stato trovato dalla madre Svetlana Rosca con la quale viveva.

Come riportato dal quotidiano La Verità, la mamma di Traian si rifiuta di credere “alla fatalità”, ma anzi punta il dito contro il vaccino Pfizer inoculato solo 10 giorni prima del decesso e ha chiesto che venga eseguita l’autopsia sul corpo del figlio. “L’autopsia avrebbe dovuto esser chiesta d’ufficio ma questo è un altro caso emblematico dell’assenza di una farmacovigilanza attiva nel nostro paese“, ha dichiarato l’avvocato Alessandro Fusillo che insieme con l’avvocato Renate Holzeisen hanno assunto la difesa della donna.

Intanto è stata presentata una denuncia contro ignoti presso il comando dei carabinieri di Trento. Come Camilla Canepa, “anche Traian non aveva malattie, però i giornali che ieri riportavano la notizia della sua morte se ne sono guardati bene dal dire che 10 giorni prima era stato vaccinato“, si legge su La Verità. Traian aveva deciso di vaccinarsi contro il covid-19 perchè il Governo Draghi ha imposto agli italiani l’obbligo del green pass poter lavorare e studiare.

La sua morte improvvisa ha lasciato sgomenti i suoi numerosi amici italiani: “Non ci sono parole per descrivere quello che provo. Non riesco davvero a capire cosa sia successo, perché tu? Ti ricorderò con un sorriso, te lo meriti. Ti ho amato e ti amerò sempre. Riposa in pace”, ha detto il suo migliore amico.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Piras

Rita Piras - L'ennesima morte improvvisa a metter fine a una giovane vita. Difficilmente la madre potrà darsi pace, qualunque sia il responso dell'autopsia, qualunque sia stata la causa e chiunque sarà eventualmente chiamato a rispondere per questa morte. Nessun risarcimento potrà portare indietro Traian, ma è giusto che luce sia fatta anche per evitare che altre tragedie si verifichino.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!