Iscriviti

Trento: è di Peter Neumair il cadavere ritrovato stamattina nelle acque dell’Adige

Finalmente, dopo quasi 4 mesi il corpo di Peter Neumair è stato trovato nelle acque dell'Adige. Ora si attende l'esame del DNA per la conferma definitiva.

Cronaca
Pubblicato il 27 aprile 2021, alle ore 15:34

Mi piace
0
0
Trento: è di Peter Neumair il cadavere ritrovato stamattina nelle acque dell’Adige

Questa mattina, nelle acque del fiume Adige, a Ravina di Trento, è stato rinvenuto un cadavere. Il corpo senza vita, riaffiorato all’altezza della pista ciclabile, è stato avvistato da un ragazzo che, stamane, stava passeggiando con il suo cane lungo il fiume, nei pressi del museo di scienze Muse.

Il giovane ha lanciato l’allarme e sul posto sono immediatamente arrivati i vigili del fuoco, la squadra mobile e la scientifica. Si tratta del corpo di Peter Neumair, il 63enne ucciso dal figlio Benno. 

L’identificazione

Il corpo era in forte stato di decomposizione, per cui in acqua da molto tempo. Per il riconoscimento è stata convocata la figlia della vittima, Madè. L’identità è stata confermata dall’avvocato Carlo Bertracchi, suo legale. Come riportato dall’Ansa, l’identificazione è avvenuta tramite alcuni effetti personali trovati sul corpo, in particolare un orologio.

La conferma definitiva si avrà solo con l’esame del DNA che potrebbe essere disposto dalla Procura di Bolzano già nelle prossime ore. Dopo quasi 4 mesi, dunque, il corpo di Peter è riaffiorato, proprio come è accaduto lo scorso 8 febbraio con il cadavere della moglie, Laura Perselli, ripescato tra gli abitati di San Floriano e Laghetti, a Sud di Bolzano. Le ricerche di Peter, invece, sono andate avanti per diverse settimane senza esiti, sino ad oggi, quando il corpo è stato rinvenuto a Ravina di Trento, poco a sud della città capoluogo, a circa 60 km di distanza da Bolzano.

Nelle ultime settimane, le ricerche di Peter si erano intensificate poichè la Procura di Bolzano aveva incaricato un reparto cinofilo specializzato per le acque, proveniente da La Spezia. Benno, ricordiamo, è in carcere,ha confessato di aver ucciso ambedue i genitori e accusato di duplice omicidio volontario e occultamento di cadavere. Il giallo che ha tenuto col fiato sospeso milioni di italiani sembra essere giunto al termine col ritrovamento del corpo di Peter.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Se il DNA dovesse confermare che quello è proprio il corpo di Peter, non ci resta che pregare. Riposa in pace Peter. Questa orribile storia, grazie al lavoro degli agenti, sta piano piano mettendo in ordine i suoi tasselli. Per Benno non posso che augurarmi il carcere a vita per quello che ha commesso!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!