Iscriviti

Trapani, annuncia l’omicidio del compagno su Facebook: "Esasperata ma l’ho colpito per difendermi"

Ai pm Vanda Grignani, che ha ucciso il compagno Cristian Favata annunciandolo con un post su Facebook, ha dichiarato: "Esasperata ma l'ho colpito per difesa".

Cronaca
Pubblicato il 1 novembre 2021, alle ore 15:42

Mi piace
0
0
Trapani, annuncia l’omicidio del compagno su Facebook: "Esasperata ma l’ho colpito per difendermi"

Una storia d’amore diventata problematica, al punto da chiedere aiuto alla polizia in più di un’occasione fino al tragico epilogo, al culmine dell’ennesima discussione. Vanda Grignani ha afferrato il coltello e ha colpito a morte il compagno.

La 45enne, che lo scorso sabato ha ucciso il convivente Cristian Favata, ha riferito ai pm di Trapani che ieri l’hanno interrogata davanti al sostituto procuratore Eleonora Sciorella testuali parole: “Esasperata ma l’ho colpito per difesa”.

La ricostruzione dell’omicidio

Ci sono ancora tanti punti interrogativi che ruotano attorno all’omicidio di Favata, colpito con un coltello nell’appartamento di Trapani dove i due vivevano e dove l’uomo stava scontando gli arresti domiciliari.Vanda, che da ieri mattina si trova in carcere, prima di colpire a morte il compagno, ha messo 2 post sulla sua bacheca Facebook, annunciando quanto stava per compiere.

Alle 23:36 ha scritto: “Scusate vi voglio bene a tutti mi manca la mia famiglia sono sola questo essere mi ha portato all’esasperazione la polizia e i carabinieri di Trapani sembra che vadano d’accordo con lui stasera farò qualcosa che non avrei mai pensato vi amo xdonatemi”. Due minuti dopo, in un secondo post, ha aggiunto: “O chiesto aiuto questo pezzo di merda mi ha distrutto la polizia e carabinieri di trapani difendono lui ok va bene sono stanxa o xso tutti non o più biente da xdete xdonatemj”.

Stando al suo racconto, ci sarebbe stata una lite tra i due, l’ennesima, conclusasi con la coltellata mortale inferta al compagno e con la sua chiamata al 112, prima di confessare l’accaduto. Mentre per l’uomo è stato constatato il decesso, per la donna è stato disposto l’arresto in flagranza di reato che dovrà essere convalidato nei prossimi giorni dal giudice per le indagini preliminari. Secondo il racconto fornito al pm, l’omicidio sarebbe maturato “durante un’aggressione di Favata e più che altro è stato un tentativo di difesa”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Tentativo di difesa o meno, qui si tratta di omicidio e questa donna merita di restare in carcere e di scontare la pena rapportata all'entità del reato commesso. Non essendo giudice, non mi resta che attendere la decisione che verrà emessa dalla competente autorità giudiziaria, con la speranza che la giustizia trionfi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!